Logo
Stampa questa pagina

Telemarketing, dopo le linee fisse il Governo blocca anche le chiamate indesiderate di call center e sistemi automatizzati verso i cellulari In evidenza

Telemarketing, dopo le linee fisse il Governo blocca anche le chiamate indesiderate di call center e sistemi automatizzati verso i cellulari

MILANO - Era nell'aria da diverse settimane. Alla fine il Consiglio dei Ministeri ha approvato la riforma del cosiddetto telemarketing selvaggio. Una misura attesa da tutti i consumatori alle prese ogni giorno con decine di contatti, anche attraverso sistemi automatizzati con voci robotizzate. Il provvedimento fa seguito a quello che già prevedeva il blocco delle attività di call center verso le linee fisse.  Prende dunque corpo il "Registro pubblico delle opposizioni al telemarketing", così come voluto dal ministro Giancarlo Giorgetti: ora sarà molto più semplice revocare i consensi dati alle chiamate promozionali o all'invio indesiderato di materiale pubblicitario, revoca estesa anche ai cellulari.
Il fenomeno dei contatti con voce sintetizzata aveva preso sempre più piede negli ultimi mesi. Numerose società e multinazionali avevano adottato tali sistemi computerizzati, permettendo loro attività di call center a costo zero, vale a dire senza l'utilizzo di operatore umano.
Luigi Giorgetti