Menu

A furia di lasciar fare ai "furbi", alla fine la categoria sparirà per autolesionismo. Il punto sulla questione degli Accordi-dati In evidenza

A furia di lasciar fare ai "furbi", alla fine la categoria sparirà per autolesionismo. Il punto sulla questione degli Accordi-dati

MILANO - Contrariamente alla grande maggioranza dei colleghi consapevoli e informati, io ammetto invece di sapere poco se non addirittura nulla, di accordi dati e di proprietà industriali; di condivisioni e di titolarità delle informazioni commerciali. Sapendone poco mi affido quindi, totalmente fiducioso, nelle mani di quei colleghi che a vario livello, sia nei Gruppi Aziendali che nel Sindacato nazionale agenti, studiano la materia, anche per mio conto e nel mio interesse. Svolgono un lavoro utile e importante e, per questa ragione, li ringrazio con sincera gratitudine.
A questi colleghi chiedo adesso di volermi perdonare se, dopo aver saputo degli sviluppi riguardanti la l’accordo dati firmato in casa Generali – a loro dire dei Gaa coinvolti il migliore accordo possibile - devo adesso ammettere totale smarrimento, per la scelta di quei presidenti di gruppo (comunque colleghi), di andare in rotta di collisione contro lo Sna, al quale con un malizioso quanto imbarazzante “ultimatum”, gli si concedevano solo poche ore di tempo per esprimere un parere legale, su un accordo perfezionato dopo non so quanti anni di trattativa.
Tempi strettissimi imposti forse nella speranza di impedirne una risposta nel merito che, invece, la Commissione preposta coordinata dalla componente dell’Esecutivo Nazionale Betty Ferraro è comunque riuscita a dare coadiuvata da autorevoli consulenti i quali, dopo aver analizzato l’accordo, ne hanno evidenziato dubbi e criticità, invitando i colleghi del GAAT di Roberto Salvi, dell’UNAT di Mariagrazia Musto e del GAAG di Antonio Canu a rimandarne la firma.
Purtroppo, le invocazioni del Sindacato sono rimaste inascoltate, cadute nel vuoto, così che i tre moschettieri del cosiddetto modello distributivo “C” agenzia professionale – in barba alla prudenza – una volta sfoderate le biro, hanno impresso un segno indelebile sulla carta e sulla pelle della categoria. Una firma che, stando a quanto affermato dal Presidente Claudio Demozzi, “rappresenta un macigno”, scagliato contro i rappresentanti degli agenti impegnati nella trattativa per il rinnovo dell’accordo A.N.A.
Per noi spettatori, seppure coinvolti in quanto agenti, non è semplice raccapezzarci e comprendere quale delle due parti ha ragione; chi ci ha guadagnato e chi ci ha rimesso. Proviamo dunque a ragionarci sopra (come ama dire qualcuno) e vediamo se riusciamo a capirne di più. Iniziamo dallo Sna e dal suo Presidente, tentiamo di rispondere alla domanda: ma “in soldoni”, cosa ci guadagna il Sindacato e il suo Presidente, sostenendo il giudizio negativo sull’accordo dati? Forse che il Sindacato dispone della proprietà di qualche programma informatico di gestione dati, da rivendere ai Gaa associati? Ha forse il Sindacato sottoscritto un accordo economico con consulenti ed esperti, garantendo loro l’esclusiva sugli iscritti?
Grazie al parere negativo, allo Sna verranno forse riconosciuti contributi economici con i quali organizzare sfavillanti congressi? A seguito della bocciatura, il presidente Claudio Demozzi beneficerà di maggiori riguardi dalle compagnie che rappresenta? Potrà forse essere destinatario di qualche “portafoglio vagante”? Le tabelle provvigionali della sua agenzia saranno adesso integrate da contributi o rappel?
Se qualcuno riesce a spiegarlo, rende a tutti noi un grande favore.
In attesa delle risposte che certamente non tarderanno a pervenire, e giusto per concludere l’analisi dei presunti vantaggi economici e/o politici, ancora una domanda: dopo questa fuga in avanti o passo indietro (a voi la scelta), l’autorevolezza e la credibilità del comitato dei Gruppi Agenti che ci rappresenta tutti, secondo voi ne esce rafforzata o indebolita?
Giacomo Anedda

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700