Menu

Si attende a giorni la pubblica consultazione sul Preventivatore Ivass-Mi.SE. Demozzi (Sna): è una norma vecchia di dieci anni, oggi inapplicabile ! In evidenza

Si attende a giorni la pubblica consultazione sul Preventivatore Ivass-Mi.SE. Demozzi (Sna): è una norma vecchia di dieci anni, oggi inapplicabile !

MILANO - Voci insistenti danno per prossima la procedura di pubblica consultazione, da parte dell’Ivass, del nuovo regolamento riguardante l’applicazione dell’art. 132/bis del Codice delle Assicurazioni. Si tratta del Preventivatore Ivass-Mi.SE. e degli obblighi gravanti sugli agenti e sui subagenti in materia di informativa Rcauto ai clienti.
Le preoccupazioni già espresse dal Sindacato nazionale agenti nel corso degli incontri con l’Istituto di vigilanza, sono condivise dall’associazione dei subagenti Ulias che recentemente ha intrattenuto, formalmente, l’Ivass al riguardo. I subagenti in Italia, o meglio i soggetti iscritti alla sezione E del RUI, sono oltre duecentomila, di cui 186.000 persone fisiche e 14.500 società. Un numero importante di intermediari assicurativi "di secondo livello" che incontreranno non poche difficoltà ad adempiere ai nuovi obblighi che l’Autorità di vigilanza intende emanare per dare applicazione all’Art. 132/bis del Codice delle Assicurazioni private, che secondo il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi "è una norma che risale concettualmente a dieci anni fa, al tristemente noto obbligo dei tre preventivi che non ha ancora trovato una sistemazione adeguata ai tempi ed alle modalità con le quali oggi operano gli intermediari professionali". 
Certo per i subagenti si tratta di una questione molto complessa, visto che i loro obblighi varieranno in funzione dell’intermediario "di primo livello" per il quale, o per i quali, operano. Se l’intermediario "E" opera per un broker, sarà esonerato dall’obbligo informativo visto che i broker pare saranno espressamente esclusi dall’obbligo di utilizzo del Preventivatore Ivass-Mi.SE.
"Questa esclusione - commenta il Presidente Demozzi - introduce una disparità di trattamento tra soggetti che operano nello stesso segmento di mercato e ciò rischia di infrangere il principio del level playing field; se necessario, ci attiveremo per segnalare anche questo a chi di competenza". Se invece il subagente opera per un agente plurimandatario, dovrà interrogare il Preventivatore e fornire al cliente l’offerta per ciascuna compagnia mandante, con un notevole aggravio sul proprio lavoro. Inoltre, come precisa Ulias del presidente Sebastiano Spada, esiste anche il caso dei subagenti che collaborano con più soggetti, di diversa tipologia. In questa situazione, gli adempimenti si complicano ulteriormente e la fattispecie diventa davvero complessa. Anche per Ulis il problema è politico; il Legislatore dovrebbe intervenire sull’Art. 132/bis del CAP. “per la nostra categoria - aggiunge il presidente Ulias - risulta francamente molto difficile adempiere a questi nuovi obblighi, in particolare in fase di revisione annuale dei contratti". E come dargli torto?
“Finalmente anche Anapa sembra essersi resa conto della gravità del problema - conclude il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi- ed ha chiesto che gli agenti siano esonerati dall’obbligo di preventivazione previsto dalla norma, proponendo che l’informativa sul Preventivatore sia inserita nella documentazione precontrattuale, come già ipotizzato da Sna”.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700