Menu

Caro energia, un contributo di solidarietà a carico del settore assicurativo? Idea lanciata dall'ex premier Giuseppe Conte (M5s). Ci dobbiamo preoccupare? In evidenza

GIUSEPPE CONTE GIUSEPPE CONTE

MILANO - Intervenuto lo scorso martedì 14 marzo nella popolare trasmissione televisiva "Agorà", Giuseppe Conte, presidente del Movimento 5 Stelle nonché ex Presidente del Consiglio dei ministri, ha affermato che "nell'immediato la riduzione del gas russo non è a portata di mano, ma dobbiamo lavorare a forniture alternative". Ha poi aggiunto che c'è “la possibilità di intervenire sugli extra profitti delle società per l’energia e ridefinire le accise che incidono".
Poi, riconoscendo quello che noi di Sna asseriamo e scriviamo con dati alla mano inequivocabili, chiama in causa il comparto assicurativo: e qui gli extra profitti, oggettivamente, ci sono stati soprattutto nell'ambito della Rcauto. Le imprese assicuratici hanno continuato ad incamerare premi anche durante il periodo di chiusura forzata di attività commerciali e imprenditoriali dovuta al cosiddetto lockdown (per la cronaca imposto da una serie di DPCM dello stesso Conte), che ha costretto a casa milioni di italiani e di conseguenza bloccato la circolazione di qualsivoglia mezzo a motore azzerando praticamente i sinistri e i relativi risarcimenti da parte delle compagnie. Per il Presidente Conte, quindi, quello assicurativo rientra tra quei comparti che in questi due anni di pandemia hanno accumulato profitti e per i quali "si potrebbe pensare a dei contributi di solidarietà sostenibili che non compromettano le logiche di mercato”.
Per tradurre dal politichese, linguaggio che non dovrebbe rientrare, almeno a sentire gli stessi interessati, nella filosofia dei Pentastellati, si potrebbe pensare all’applicazione di una patrimoniale anche nel settore assicurativo. Adesso, prima di lanciare un'idea di questo genere, un politico attento, un amministratore vero, che si spende giornalmente per il popolo che lo ha eletto (e anche per quello che non lo ha eletto), dovrebbe eventualmente intervenire presso l’associazione delle imprese chiedendo dei ristorni se non altro per tutti quei cittadini (milioni, come abbiamo già detto) che, per cause indipendenti dalla loro volontà, pur avendo corrisposto il relativo premio assicurativo, non hanno potuto utilizzare i propri veicoli.
Una tale patrimoniale, infatti andrebbe a colpire più o meno direttamente gli utenti/assicurati che, per quanto sopra, hanno contribuito in prima persona a far sì che le imprese maturassero i succitati extra profitti. Le imprese, in verità, non si sono ancora espresse su quanto asserito dall'ex Presidente del Consiglio dei ministri, ma sembra che il governo abbia accolto tiepidamente l’esternazione di Conte, tuttavia consentitemi di rabbrividire al pensiero della reale applicazione di tale contributo di solidarietà (leggi p-a-t-r-i-m-o-n-i-a-l-e): troppo spesso la politica, riferendosi al settore assicurativo, ha tirato nel buglione (termine tipico toscano relativo ad un sugo molto forte pieno di ingredienti) anche quelle microimprese che sono le nostre agenzie, escludendole in prima istanza da vari contributi perché rientranti in un codice commerciale paritetico alle imprese, per poi successivamente ricomprenderle.
Non vorrei mai che, con la scusa degli extra profitti realizzati dai signori dell'Ania, che peraltro hanno tenuto i propri dipendenti in smart working onde preservarli dal contagio, si pensi di tassare le agenzie, che sono rimaste sempre aperte perché considerate erogatrici di servizi essenziali e il cui personale è stato ed è tuttora in prima linea, ma che di extra hanno avuto (e ancora hanno) solo la mole di lavoro ed incombenze burocratiche.
Quanto ai profitti… beh, lasciamo stare!
Franco Domenico Staglianò

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700