Logo
Stampa questa pagina

29 aprile 2022, convocato l'87° Comitato Centrale Sna al Museo Nazionale dell'Automobile di Torino: l’emozione di tornare a riunirsi in presenza In evidenza

29 aprile 2022, convocato l'87° Comitato Centrale Sna al Museo Nazionale dell'Automobile di Torino: l’emozione di tornare a riunirsi in presenza

MILANO - Venerdì 18 marzo, sono le 17,08 quando dalla direzione Sna di Milano arriva sulla casella di posta elettronica la convocazione per l’87° Comitato Centrale. È con una certa emozione che leggo la mail; il testo è scarno, didascalico, fa riferimento alla convocazione e rimanda alla lettura degli allegati. La locandina presenta l’evento che si terrà venerdì 29 aprile al Museo dell'Automobile di Torino, la prestigiosa sede del Museo Nazionale dell’Automobile; torniamo a riunirci in presenza dopo quasi tre anni, tanti ne sono trascorsi dal giugno del 2019 quando abbiamo celebrato a Rimini il congresso del centenario del nostro Sindacato. Nessuno avrebbe mai immaginato cosa sarebbe successo da lì a qualche mese, nessuno poteva prevedere che un microscopico assassino avrebbe bloccato l’intero pianeta costringendo centinaia di milioni di persone a non muoversi di casa, paralizzando l’economia mondiale in attesa di contromisure, i vaccini, che avrebbero fatto la loro comparsa (non senza polemiche) soltanto dopo un anno.
E noi agenti di assicurazione, ma anche i nostri dipendenti e collaboratori, abbiamo subito la “reclusione” praticamente soltanto nel fine settimana perché le nostre agenzie sono rimaste aperte anche durante il cosiddetto lockdown, perché i nostri servizi sono stati dichiarati essenziali dalle disposizioni governative. E lo Sna ci è stato vicino, così come l’Ebisep, l’ente bilaterale collegato al CCNL dei nostri dipendenti, con la fornitura dei preside sanitari e continuando l’attività propria di un’associazione al servizio non solo degli iscritti ma dell’intera categoria: la vittoria nel ricorso al TAR sul Provvedimento 97 dell’Ivass è giunta in pieno periodo pandemico, ma è stato solo il culmine di tutta una serie di iniziative portate avanti dal sindacato in questi anni feroci, basta dare un’occhiata a quel diario che è l’Almanacco 2021 allegato all’ultimo numero della rivista "L’Agente di Assicurazione".
Siamo stati costretti a scoprire la tecnologia “buona”, come la definisce il Presidente Demozzi, quella che ci ha permesso di continuare a comunicare e mantenerci in contatto: così, da remoto, si sono svolti due Comitati Centrali ed altrettanti Congressi Nazionali di cui uno, quello del 2020, elettivo. Addirittura, il congresso dello scorso anno ha fatto registrare il maggior numero di interventi nella ultracentenaria storia dello Sna, ben 50! Ma la sala congressi virtuale ha visto migliaia di partecipanti anche per i primi Stati Generali degli agenti di assicurazione nonché per altri importanti eventi quali il convegno “Rcauto bene sociale”, il primo targato Sna-Confconsumatori e quello sul famigerato “Progetto51” di Allianz, a cui si sono aggiunti nell’autunno scorso con altrettanto successo di pubblico, l’incontro formativo-informativo inserito nel programma Edufin 2021, anch’esso in co-marketing con la prestigiosa associazione consumeristica di Mara Colla e la presentazione pubblica della Carta dei Valori Sna a tutela del consumatore.
Purtroppo, in questo periodo di pandemia, dal quale sembra che stiamo lentamente ma progressivamente uscendo, la nostra categoria ha pagato il suo tributo di vite umane e ai nostri colleghi rapiti dal virus sale il nostro pensiero da queste poche righe con la certezza che dalla platea del Lingotto perverrà un ricordo ancora più forte.
Torniamo in presenza, amici miei, per celebrare un evento essenziale nella vita dello Sna, il Comitato Centrale: un numero di colleghi certo più ristretto rispetto ad un congresso, che riunisce però quadri e dirigenti del sindacato chiamati sì, come previsto dall’articolo 25 del nostro Statuto, all’importante compito di approvare il bilancio consuntivo, il bilancio preventivo e la relazione finanziaria predisposti dall’Esecutivo Nazionale ma, soprattutto a sviluppare la politica deliberata dal Congresso Nazionale, tramite l’Esecutivo attualmente guidato dal Presidente Claudio Demozzi, vigilando sulla sua corretta attuazione. Torniamo davvero in presenza, colleghi carissimi, prenotando aerei, treni, camere d’albergo o semplicemente alla guida delle nostre autovetture per raggiungere il Museo Nazionale dell'Automobile di Torino: una bellissima meta, finalmente “fisica” per abbracciarci nuovamente, scambiarci pacche sulle spalle nascondendo il sorriso dietro le mascherine, per portare direttamente la nostra voce dal palco.
Sveduma a Turin!
Franco Domenico Staglianò