Logo
Stampa questa pagina

La Sezione provinciale Sna di Treviso del Presidente Franco Curto in Commissione sicurezza della Provincia In evidenza

FRANCO CURTO FRANCO CURTO

MILANO - Il Presidente della Sezione trevigiana del Sindacato Nazionale Agenti Franco Curto e il collega Giuseppe Scelsi sono stati chiamati in rappresentanza dello Sna a far parte della Commissione Sicurezza della Provincia di Treviso di cui fanno parte l’Assessore provinciale, il Comandante della Polizia Stradale, la Conferenza dei Comuni di Treviso, i rappresentanti delle autoscuole, delle infortunistiche, delle associazioni vittime sinistri stradali, i Vigili del Fuoco, il Provveditore agli studi ed il rappresentante ACI, presenziando alla riunione del 7 aprile u.s. avente ad oggetto la sicurezza stradale nella Marca Trevigiana.
Scopo dell’incontro è stato identificare le principali cause degli incidenti stradali sul territorio della Marca per poi proporre soluzioni concrete al fine di limitare sinistri, morti e feriti. Il Presidente Curto ci ha riferito di essere “molto soddisfatto che lo SNA faccia parte di un organismo destinato a svolgere un ruolo così importante nella provincia trevigiana e in particolare a Treviso che si colloca, dopo Milano, Roma e Napoli, al 4° posto nella non incoraggiante classifica nazionale delle città con maggior numero di decessi causati da incidenti stradali. Durante il primo incontro – ha aggiunto Curto – abbiamo colto l’occasione per ribadire il ruolo centrale svolto dall’agente nel fornire una consulenza di elevato profilo professionale che metta l’utente assicurativo nelle condizioni di effettuare un acquisto consapevole e coerente con la sua reale esigenza di sicurezza”.
“Anche in questa occasione – ha dichiarato dal canto suo il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi - lo Sna, la più grande organizzazione di rappresentanza del settore della distribuzione assicurativa in Italia, in aderenza alla sua funzione sociale, ha fornito un apprezzato punto di vista sulla materia che conosce nel dettaglio e ha dato, la propria disponibilità concreta nel fornire statistiche, iniziative e a sposare i principi di prevenzione, formazione e sensibilizzazione del cittadino”.
Seguiranno aggiornamenti sugli sviluppi su questa importante iniziativa.
La Redazione