Menu

Rinnovo Accordo Nazionale Agenti, il Sindacato chiede immediata rettifica all'Ania. Demozzi (Sna): Anapa ancora una volta arrendevole In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI CLAUDIO DEMOZZI

MILANO - Con lettera urgente di ieri sera (4 maggio, ndr), il Sindacato nazionale agenti (Sna) ha chiesto all’Ania di chiarire in modo preciso le ragioni dell’interruzione della trattativa. La nota diffusa ieri dall’Associazione delle imprese assicuratrici risulta infatti imprecisa dove sostiene che il Sindacato avrebbe previsto, quale unica formulazione dell’Art. 7/bis (trattamento dei dati dei clienti) che “l’agente possa assumere sempre e solo il ruolo di titolare autonomo”.
Come più volte chiarito e come risulta ampiamente dalla documentazione (scritta) prodotta dal Sindacato, la formulazione del citato articolo a cura di Sna prevede invece che l’agente, oltre ad essere titolare del trattamento dei dati, può affiancare ed assumere altri ruoli sulla base di specifici accordi aziendali o individuali.
Per il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi “ciò che l’Ania evidentemente non è disposta a concedere è che l’agente sia titolare di un trattamento dei dati che non sia esclusivamente quello disposto dalla mandante e questo rappresenta una posizione davvero inconcepibile, forse addirittura contraria alle disposizioni di Legge. Su questo stiamo effettuando degli approfondimenti. Abbiamo immediatamente richiesto che l’Ania rettifichi la propria nota diffusa alla stampa, che nuoce all’immagine del Sindacato ed agli interessi della categoria agenziale”. Il Presidente precisa anche che “il tema del trattamento dei dati dei clienti è un inserimento a nuovo nell’Accordo Nazionale Agenti (A.N.A.), visto che non è mai stato incluso in passato. Su iniziativa dell’Ania, l’argomento è stato oggetto di lungo confronto nel corso del quale le posizioni, sostanzialmente di Sna e dell’Ania, sono state chiarite a viso aperto. Abbiamo riformulato più volte l’art. 7/bis, che si occupa di questo, nel tentativo, risultato vano, di trovare una qualche soluzione compatibile con la rigida posizione dell’Ania. Inoltre, abbiamo chiarito fin dall’inizio le nostre posizioni. perché Sna ha le idee molto chiare e non si lascia certo convincere dagli abili negoziatori delle Imprese quando in gioco ci sono i diritti e gli interessi degli agenti. Al contrario, del comportamento di Anapa, che ancora una volta si è dimostrata arrendevole al limite della decenza, dal punto di vista sindacale e che appare sempre più debole in quelle che dovrebbero essere le posizioni di tutti gli agenti che abbiano a cuore i loro legittimi interessi".
Demozzi ha sollevato perplessità sul fatto che, “mentre in Ania si discuteva di come regolamentare il trattamento dei dati dei clienti, qualche grande Compagnia, come Generali, abbia trattato e concluso accordi intregrativi aziendali su questo specifico tema. Certo, la medesima critica si può rivolgere ai GAA che, mentre al Tavolo Ania il Sindacato stava trattando la materia, hanno deciso di accettare cioè sottoscrivere tali Accordi-dati, ma credo di poter pensare che il comportamento di Generali faccia sorgere più di una perplessità circa il reale intendimento delle imprese al Tavolo di rinnovo dell’A.N.A.”.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700