Menu

La consulenza remunerata, ancora una volta l’opinione tra il Sindacato nazionale agenti e Anapa è opposta In evidenza

UN MOMENTO DEI LAVORI UN MOMENTO DEI LAVORI

MILANO - Per Sna la consulenza assicurativa è una opportunità! È quanto ha riaffermato il Presidente nazionale Claudio Demozzi nel corso della tavola rotonda organizzata da Cgpa Europe per fare il punto dei primi 10 anni di attività in Italia da parte della compagnia specializzata nell’assicurazione della responsabilità civile degli intermediari assicurativi.
La consulenza remunerata se da una parte è considerata una opportunità commerciale e viene sostenuta dallo Sna in modo chiaro e lineare, dall’altra è anche l’ennesimo argomento politico su cui lo Sna e Anapa, si pongono su posizioni diametralmente opposte, al punto che verrebbe da domandarsi se agiscono nello stesso ambito professionale o meno. A dare corpo alla contrapposizione ideologica e politica che è sfociata poi in un vero e proprio botta e risposta tra i due rappresentanti sindacali, è stata una specifica domanda della moderatrice Maria Rosa Alaggio, inerente alla possibilità concessa agli intermediari assicurativi, di potersi avvalere della consulenza retribuita. Opportunità del tutto inutile secondo il Presidente di Anapa, Vincenzo Cirasola, il quale ha sostenuto che la norma introdotta dalla IDD, sostanzialmente non ha detto nulla di nuovo, rispetto al praticato professionale degli intermediari, da sempre usi fornire consulenza alla clientela. In estrema sintesi, secondo il presidente di Anapa, la IDD ha soltanto formalizzato quanto pragmaticamente già veniva fatto dagli agenti e pertanto, né lui e né la sua associazione, intendono avvalersi della norma, concludendo con un laconico: “la consulenza, non è il caso di farsela pagare”.
Del tutto opposto invece il pensiero del Presidente Sna, il quale ha fatto osservare che la normativa sulla intermediazione assicurativa, così come voluta e introdotta dalla IDD, attribuisce maggiori responsabilità professionali in capo agli intermediari che non direttamente sulle compagnie. Intermediari che proprio in virtù della qualifica loro riconosciuta e attribuita dal legislatore, hanno tutti i titoli e tutte le capacità professionali “per vendere anche la consulenza professionale, esattamente come avviene anche per altri profili professionali”. Pertanto ne consegue che se Agenti e Broker possono essere chiamati dal consumatore e dalla stessa compagnia mandante, a rispondere civilmente della “scarsa o inadeguata” consulenza professionale, è altrettanto logico che detto onere possa essere fatto oggetto di retribuzione professionale. La consulenza professionale retribuita – ha poi concluso Claudio Demozzi - è un riconoscimento professionale e una opportunità che gli intermediari, se lo desiderano, possono cogliere. A tal proposito, per facilitare il compito alla categoria, lo Sna ha predisposto uno specifico tariffario delle prestazioni professionali, e ha diramato a tutti gli iscritti e a tutti i gruppi agenti affiliati, precise istruzioni su come metterla in atto e renderla operativa.
Gli applausi provenienti dalla affollata platea e indirizzati al Presidente Claudio Demozzi, hanno certificato il gradimento della categoria per la posizione Sna.
Giacomo Anedda

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700