Menu

Al Lingotto di Torino il congresso del Gruppo Agenti Professionisti Cattolica, un esempio di consapevolezza del ruolo di complementarietà svolto dal negoziato aziendale In evidenza

DANILO BATTAGLIA DANILO BATTAGLIA

MILANO - Gli iscritti del Gruppo Agenti Professionisti Cattolica hanno celebrato durante lo scorso fine settimana nei giorni 27 e 28 presso il Lingotto a Torino, il 52° Congresso Nazionale ordinario. L’evento, svoltosi di nuovo in presenza, ha confermato il grande affiatamento, innanzitutto umano, che lega gli associati tra di loro e la fiducia che essi ripongono nel gruppo dirigente presieduto da Danilo Battaglia al quale è andato il plauso incondizionato della platea per l’attività svolta finora e il sostegno convinto per l’impegno che l’attende nel prossimo futuro. Al centro del dibattito l’evoluzione del ruolo dell’agente di assicurazione professionista e in particolar modo dell’agente Cattolica alla vigilia dei processi di integrazione resi necessari dall’acquisizione di Cattolica da parte delle Generali che implicheranno, ha detto Battaglia nella sua relazione, “una condivisione dei sistemi informatici, una modifica delle procedure e dei processi e, non meno importante, l’aggiornamento del catalogo prodotti in sinergia tra compagnie”. Insomma, un cambio sostanziale dell’intero contesto operativo.
Siamo certi che “il rapporto instaurato con la dirigenza di Cattolica e la nostra onestà intellettuale, potrà portare al raggiungimento di risultati positivi per tutti noi”, ha proseguito Battaglia, anche in considerazione dell’esperienza acquisita negli ultimi anni nei quali sono stati superati momenti di grandi difficoltà dovuti non solo ai problemi legati alla pandemia ma anche ai noti avvenimenti che hanno interessato la compagnia. Se d’altro canto il ruolo di Gapc risulta necessario per la trattativa degli interessi economici dei propri iscritti, centrale nel garantire il futuro della professione, resta l’attività politica di primo livello svolta dal Sindacato Nazionale Agenti, rispetto al quale il Gruppo agenti si è detto complementare e sinergico.
Sulla scia dei temi proposti dalla relazione morale della Giunta curata dal Presidente Battaglia e degli interventi molto apprezzati del prof. Ludovico Marazzi docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e di Lorenzo Sapigni Rappresentante generale per l’Italia della compagnia Cgpa Europe, si è sviluppato nel corso della due giorni torinese un ampio dibattito che ha manifestato un livello di consapevolezza sindacale non comune nella categoria. Nel contempo è emerso però anche un orientamento al pragmatismo negoziale orientato al rinnovo dell’accordo di partnership con la mandante, sia pure nel quadro delle mutate condizioni ambientali determinate dal subentro di un nuovo interlocutore industriale.
La mozione finale, anch’essa di elevato profilo ideale, ha fornito “ampio mandato alla Giunta Esecutiva di rinnovare l’accordo integrativo nel pieno rispetto dell’A.N.A. 2003, ritenendo prioritario il mantenimento della titolarità autonoma dei dati ed una rivisitazione migliorativa degli impianti e degli istituti a sostegno della redditività delle Agenzie, di “stabilire con la compagnia un protocollo di contributi economici a sostegno delle agenzie impegnate nella trasformazione, di “continuare a tutelare gli interessi di tutte le Agenzie a prescindere dalla loro dimensione, anche e soprattutto, in prospettiva degli scenari futuri “. Ma anche a “vigilare affinché i processi di integrazione dei sistemi informatici della Capogruppo non creino disservizi alla quotidianità” delle agenzie e “affinché l’aggiornamento del catalogo prodotti ed i servizi post vendita tengano conto delle peculiarità e dello storico target di riferimento della rete Cattolica”.
Da segnalare il tributo di caloroso affetto riservato al Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi che ha ripagato i congressisti con un intervento di ampio respiro incentrato sul corretto rapporto tra l’attività negoziale di primo e di secondo livello, oltreché sull’importanza strategica della titolarità e della proprietà industriale del dato per il futuro della nostra categoria.
In chiusura di Congresso è intervenuto il Vice Direttore Generale di Cattolica Marco Lamola che si è compiaciuto per il bel clima e per la coesione degli aderenti al Gapc. Nell’accogliere dall’assemblea la mozione finale, ha rassicurato i presenti garantendo il sostegno della compagnia nell’imminente processo di trasformazione e ribadito che nell’incorporazione sarà conservata la centralità dell’agente e il brand Cattolica.
Roberto Bianchi

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700