Menu
NOTIZIARIO SNA

NOTIZIARIO SNA

Ania, il Tavolo di trattativa per il nuovo Accordo Nazionale Agenti è convocato il 3 febbraio 2020. Lo Sna pronto ad ogni evenienza

MILANO - Con propria comunicazione del 10 dicembre scorso, l'Ania ha informato che il Tavolo di trattativa per il nuovo Accordo Nazionale Agenti è convocato il 3 febbraio 2020 con inizio alle ore 10.00, presso la sede dell'Associazione in Via di San Nicola da Tolentino 72 a Roma.
Per la prima volta si parla esplicitamente di trattativa per il nuovo A.N.A. Un passaggio apprezzato dal Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi come "una prima dimostrazione di buona volontà, di disponibilità, almeno in apparenza, ad affrontare il tema per quello che è, uscendo da ogni malinteso proprio come Sna auspicava da tempo".
L'Ania precisa altresì che "nel corso della riunione verranno discussi i contenuti dei primi quattro articoli dell'A.N.A. 2003 dando priorità agli aspetti normativi". Parte dunque il confronto negoziale che presumibilmente durerà a lungo e riserverà non poche sorprese. "La delegazione Sna - ha confermato Demozzi - è preparata ad ogni evenienza; la nostra strategia è molto chiara, coerente e non ammette sbavature. Ci auguriamo che la buona volontà di tutti permetta di proseguire lungo la strada giusta che è quella tracciata dal Sindacato nazionale agenti, la rappresentanza di gran lunga maggioritaria della categoria".
La Redazione

Leggi tutto...

Altra controversia vinta, il CCNL Sna/Confsal è legittimo anche per il Tribunale di Bologna. Il Giudice respinge le richieste dell'Inps

MILANO - Ancora una volta, il tutto nasce dalla diffida accertativa Inps che prova a contestare all'agente la differenza retributiva tabellare rispetto ad altro contratto, seppure minoritario, del settore assicurativo agenziale. Il caso interessa l'agente Silvano Rinaldi, noto professionista bolognese e Presidente della sezione Provinciale Sna.
Ed anche in questo caso, per vedere acclarate le proprie ragioni, il professionista ha dovuto armarsi di pazienza, affidarsi allo studio legale del Sindacato nazionale agenti (nel caso di specie l'avv. Fortunat dello studio Ichino & Brugnatelli, ndr) e confidare nella giustizia. La sentenza, dell'8 novembre scorso, ha respinto le richieste dell'Inps ribadendo conseguentemente, ancora una volta, la validità del CCNL Sna/Confasal che ad oggi risulta essere il contratto collettivo nazionale di lavoro maggiormente applicato ai lavoratori dipendenti delle agenzie assicurative in gestione libera, in Italia.
La Redazione

Leggi tutto...

“Lavoro è dignità e libertà”, manifestazione Confsal e Sna a Roma. Il video dell'intervento del Presidente nazionale Claudio Demozzi

MILANO - Si è svolta in Piazza Montecitorio a Roma la manifestazione organizzata dalla Confsal “Lavoro è dignità e libertà”. “Il lavoro deve tornare al centro dell’agenda politica“: lo ha chiesto Angelo Raffaele Margiotta, Segretario generale della Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori, che conta due milioni di iscritti. Si tratta della prima grande manifestazione che ha visto insieme lavoratori e imprenditori per un nuovo "Patto" che – sottolinea Confsal - vada oltre “lo stallo intollerabile nel quale è sprofondato il mondo delle relazioni industriali in Italia”.
In Piazza Montecitorio - ha sottolineato Margiotta – abbiamo unito lavoratori, disoccupati, imprenditori e pensionati. Per la prima volta nella storia d’Italia diverse categorie e storie differenti scendono insieme in piazza per mettere l’accento sul lavoro, un argomento che sembra scomparso dall’agenda politica, ma che invece costituisce il futuro del nostro Paese".

LA DELEGAZIONE SNA.
AL CENTRO IL PRESIDENTE NAZIONALE CLAUDIO DEMOZZI
E LA VICEPRESIDENTE VICARIA ELENA DRAGONI

Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi è salito sul palco in rappresentanza del più importante, storico Sindacato degli agenti assicurativi italiani (Sna), che conta diecimila Iscritti ed un secolo di storia. “Gli agenti - ha sottolineato Demozzi - condividono lo spirito che anima questa manifestazione. Abbiamo già chiarito - ha aggiunto il Presidente nazionale Sna - che siamo disposti ad appoggiare l’iniziativa parlamentare sul salario minimo obbligatorio, purché venga alleggerito il cuneo fiscale e dunque le retribuzioni dei nostri dipendenti possano salire senza incidere sui precari bilanci delle nostre aziende".
La Redazione

VIDEO. IL PRESIDENTE NAZIONALE SNA CLAUDIO DEMOZZI
SUL PALCO DELLA MANIFESTAZIONE

Leggi tutto...

Provvedimento Rcauto nella manovra fiscale, Demozzi (Sna): Condividiamo le forti preoccupazioni dell'Ania

MILANO - “Ho contattato immediatamente gli estensori del provvedimento, segnalando loro che il sistema bonus-malus sarebbe stato seriamente in pericolo nel caso di approvazione del testo così come reso noto dalla stampa. Ho anche evidenziato che in mancanza di una rivisitazione organica della materia, la nuova norma finirebbe per impattare negativamente sulle tariffe applicate agli automobilisti più prudenti, che causano cioè meno incidenti. Sono certo che non fosse questo il risultato auspicato dagli estensori della norma, che ho avuto modo di conoscere personalmente e di apprezzare per l’attenzione che pongono alle questioni affrontate”. Spiega così, il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi raggiunto telefonicamente all’uscita da una serie di incontri istituzionali, l’intervento attuato immediatamente dal Sindacato per evitare che una norma apparentemente di favore per i consumatori potesse trasformarsi in Legge nonostante le inevitabili ricadute negative sull’intero sistema tariffario Rcauto.
Un emendamento al DL Fisco, pare a firma dell’on. Caso (M5S), introdurrebbe l’obbligo per le compagnie di estendere la tariffa più conveniente (allineando la classe di merito) a tutti i veicoli appartenenti allo stesso nucleo familiare, compresi scooter e motocicli, indipendentemente dalla storia assicurativa di ciascun singolo proprietario.
Secondo alcune stime, questo meccanismo obbligatorio potrebbe comportare riduzioni tariffarie fino al 50% anche per quegli automobilisti che in passato hanno causato incidenti. L’Ania ha segnalato come la norma, che penalizzerebbe i sigle e le famiglie mono-veicolo, sarebbe potenzialmente in grado di scardinare il sistema bonus-malus e potrebbe indurre ad un generale innalzamento dei livelli tariffari, che tra l’altro negli ultimi anni hanno registrato un calo dell’ordine del 27%.
La Redazione

Leggi tutto...

Il Sindacato plaude all'iniziativa del Gruppo Agenti Zurich nei confronti della mandante. Lettera di Claudio Demozzi (Sna) ad Enrico Ulivieri (GAZ)

MILANO - Il Presidente nazionale agenti Claudio Demozzi ha inviato in queste ore una lettera ufficiale ad Enrico Ulivieri, Presidente del Gruppo Agenti Zurich (GAZ). Una nota di apprezzamento, senza se e senza ma, per una iniziativa - quella nei confronti della mandante - che potrebbe essere presa d'esempio dall'intera categoria. "Faccio seguito ai contatti telefonici intercorsi ed in riferimento alla tua lettera dell’11 novembre scorso, indirizzata ai vertici di Zurich, sento la necessità - scrive il Presidente Demozzi - di esprimere, a nome mio personale e di tutto l’Esecutivo Nazionale, l’apprezzamento per la coerenza dell’iniziativa intrapresa con la linea politico sindacale Sna e più in generale con gli interessi della categoria agenziale. I temi che hai posto all’impresa per il confronto, sono essenziali quanto strategici per la difesa della nostra centralità nella distribuzione assicurativa in Italia. Parità di trattamento, non solo economico, e tabelle provvigionali di Mandato che garantiscano la giusta redditività agli Agenti, anche alla luce dei numerosi nuovi adempimenti previsti dall’impianto normativo e dovuti ad evidenti ragioni di mercato, dovranno essere le grida di battaglia di quanti più G.A.A. possibile! Il sostegno del Sindacato –e mio personale- è fuori discussione.
Se il tuo Gruppo Aziendale Agenti sarà d’accordo, - aggiunge il Presidente nazionale Sna - porterei il confronto che attualmente vi impegna con l’impresa ad esempio di come sia possibile introdurre questi delicati temi nella negoziazione di secondo livello, fin dal prossimo Comitato GAA in programma per metà dicembre p.v. Il collega Giuseppe Rapa, membro dell’E.N. con delega ai rapporti con i GAA, sarà ben lieto di condividere ogni iniziativa dovesse rendersi eventualmente necessaria, a tua richiesta. Ringrazio te ed i colleghi che hanno appoggiato questa nuova strategia".
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...

Regolamento Ivass in materia di contratti di assicurazione e requisiti di governo, lo Sna trasmette le proprie osservazioni

MILANO - Lo Sna ha trasmesso all'Istituto di vigilanza le proprie osservazioni concernenti lo schema di Regolamento Ivass in materia di requisiti di governo e di prodotti assicurativi. Fra le proposte più significative troviamo la sostituzione del termine "prodotto" con quello di "contratto" assicurativo e la reintroduzione della funzione di "assistenza" prevista peraltro dal Regolamento 40/2018. Per maggiori informazioni rimandiamo agli allegati a questa pagina.
La Redazione

Leggi tutto...

Nuova riunione del tavolo per il rinnovo dell'A.N.A. La delegazione Sna sarà coordinata dal Vicepresidente nazionale Corrado Di Marino

MILANO - E’ fissata per il giorno 9 dicembre p.v. la nuova riunione del tavolo per il rinnovo dell’Accordo Nazionale Agenti Imprese. Pur permanendo le note riserve e perplessità reciproche, la riunione potrebbe risultare più lunga della precedente e probabilmente iniziare ad affrontare alcune delle più importanti pregiudiziali. La delegazione Sna, coordinata dal Vicepresidente nazionale Corrado Di Marino, si riunirà nei prossimi giorni anche per approfondire alcuni aspetti della materia proprio in vista della riunione del 9 dicembre.
Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi, interpellato al riguardo, ha confermato che "il Sindacato, e nello specifico l’ottima delegazione che abbiamo composto, è pronto a gestire al meglio il confronto con l’Ania; ci auguriamo che le intenzioni delle imprese siano serie e costruttive perché soprattutto da questo dipenderà la prosecuzione e l’esito del tavolo".
La Redazione

Leggi tutto...

A Sanremo la sessione dell'Esecutivo nazionale Sna. Numerosi i punti all'ordine del giorno

MILANO - Si è tenuto Sanremo l'Esecutivo Nazionale Sna. Una due giorni iniziata il 13 novembre con all'odg numerosi punti fra i quali la Relazione del Presidente nazionale Claudio Demozzi, il Fondo pensione agenti, la Scuola di formazione politico-sindacale, le attività di Snas Srl.
I lavori sono stati allietati da un momento conviviale con i colleghi della sezione Provinciale Sna di Imperia.
La Redazione




UN MOMENTO CONVIVIALE A SANREMO

Leggi tutto...

Intervento della Presidente Ania, Maria Bianca Farina, al Centenario Sna: Gli agenti non saranno mai sostituiti da un device

MILANO - Accolta con calore dalla platea, la Presidente dell’Ania Maria Bianca Farina è intervenuta alla celebrazione del Centenario Sna, a Rimini, il 18 ottobre scorso. La relazione ha toccato diversi aspetti della situazione normativa e di mercato, legati dal filo conduttore del ruolo centrale che gli agenti sono chiamati a svolgere oggi e nel futuro, così come lo sono stati nel passato. Non a caso la Presidente Farina, all’inizio del suo intervento, ha citato Victor Hugo: “L’avvenire è la porta, il passato è la chiave”.
Ania da sempre interlocutore di Sna
L’accostamento Ania-Sna è una costante nella lunga vita della categoria e, riferendosi alla lunga lista dei momenti salienti di questi cento anni contenuta nella relazione del Presidente Sna Claudio Demozzi alle autorità presenti, la Farina ha affermato che “ciascuno dei risultati conseguiti da Sna ha sempre visto anche il coinvolgimento dell’Ania, come interlocutore delle istanze del comparto agenziale” e che “il binomio Ania-Sna ha contribuito alla crescita del settore e consolidamento del modello distributivo agenziale”.
La centralità dell'agente
Riferendosi alla diversificazione dei canali distributivi, che le imprese considerano un’importante occasione di sviluppo per il settore assicurativo, la Farina ha ricordato che la professionalità e la capacità di ascolto e consulenziale degli agenti sono elementi imprescindibili in un mercato in cui il fulcro del business è la centralità del cliente. Emerge allora la necessità di rafforzare, attraverso la formazione condivisa la professionalità interdisciplinare, vero valore aggiunto dei servizi tailor made forniti ai clienti.
Nuovi settori da sviluppare
Il riferimento esplicito è stato ai nuovi settori di business che presentano importanti opportunità di sviluppo, come quello del Cyber risk, ma anche ai più tradizionali, come quello dell’abitazione, dei rischi catastrofali e delle coperture sanitarie. In Italia il mercato non si sviluppa in modo adeguato in quanto manca nell’utenza la percezione del rischio. A questo proposito, la Farina richiama un impegno comune delle imprese e degli agenti, per cogliere le enormi opportunità esistenti ed invertire il trend. “Se c’è una chance di far capire ai clienti il valore delle assicurazioni, questa è nelle vostre mani”, ha affermato la Presidente dell’Ania, che ha proseguito “Siete voi a contatto con i clienti e potete concorrere a far si che la situazione cambi”.
Insieme contro le truffe on line
Maria Bianca Farina ha parlato anche del fenomeno delle truffe on line, nato sulla scia delle nuove tendenze di acquisto, che ha visto, solo nell’anno in corso, l’individuazione di oltre cento siti internet irregolari da parte della Vigilanza. Anche qui la Farina ha richiamato la necessità di una stretta collaborazione con gli agenti per il migliore funzionamento dell’Osservatorio Antifrode, “per salvaguardare l’immagine del settore e di chi vi opera nel rispetto delle regole”.
Il rinnovo del'ANA
Non è mancato il riferimento al recente avvio del tavolo di trattativa per il rinnovo dell’Accordo Nazionale Agenti. Partendo dalla considerazione che è essenziale un confronto costruttivo che permetta di trovare una sintesi su posizioni talvolta diverse, la Farina ha affermato che “con questo approccio abbiamo dato avvio al tavolo per la trattativa sul nuovo Accordo Nazionale Agenti. È un impegno che affrontiamo con grande serietà e determinazione. Siamo convinti che noi e voi - fatemi dire tutti noi – siamo accomunati dall’inscindibile interesse per il rafforzamento di un settore che oggi fronteggia sfide storiche in grado di mettere a rischio la sua stessa sostenibilità”. Il passaggio, applaudito dai presenti, è così proseguito: “Sapremo trovare insieme con spirito costruttivo le necessarie sintesi che ci consentiranno di scrivere insieme un nuovo importante capitolo della grande storia che il Presidente Demozzi ci ha presentato in apertura del suo intervento”.
L'agente è insostituibile
Concludendo il suo intervento, nell’affermare che l’Agente non sarà mai sostituito da un device tecnologico ed auspicando un cammino futuro di successo, ancora una volta fianco, la Presidente Farina ha citato Steve Jobs: "Baratterei tutta la mia tecnologia per una serata con Socrate".
Ai più attenti non è sfuggito che, riferendosi al tavolo di trattativa, la Presidente Farina abbia per la prima volta pronunciato le parole “Accordo Nazionale Agenti”, cosa che appare come interessante novità rispetto alla distanza dall’ANA che si percepiva nello scambio di documenti che ha preceduto l’apertura del tavolo di trattativa, quando ci si riferiva genericamente a un “quadro normativo” o “cornice normativa”, ma mai al rinnovo dell’Accordo Nazionale Agenti scaduto.
L’intervento della Presidente dell’Ania è stato unanimemente apprezzato, nel clima positivo e fiducioso della celebrazione di un evento di straordinaria rilevanza per il Sindacato, seppure con la consapevolezza che permangono visioni differenti rispetto ad alcune posizioni espresse dall’Ania. La carenza di offerta di soluzioni assicurative in grado di rispondere efficacemente ai bisogni dei clienti nel settore della Cyber Risk, ma anche in quello della responsabilità civile professionale e delle assicurazioni sanitarie, sono da tempo sottolineate dal Sindacato, che non ha mai negato la disponibilità a dare il proprio contributo per il miglioramento della situazione. Gli agenti giocano un ruolo fondamentale di interfaccia tra le imprese e il mercato, come ha giustamente affermato in più passaggi la Presidente Farina, ma è evidente che per esprimere il meglio la filiera ha bisogno di essere opportunamente alimentata in termini di prodotti di qualità e, non secondariamente, di remunerazione adeguata. Anche la posizione del Sindacato rispetto al problema delle truffe sul web e della distribuzione on line di polizze complesse è differente da quella delle imprese. Ma queste sono altre storie ed oggi Sna è soddisfatto di aver accolto la Presidente dell’Ania alla celebrazione dei suoi primi cento anni di storia.
La Redazione

Link all'intervento della Presidente Ania al Centenario Sna

Leggi tutto...

Centenario Sna, emozioni forti nel corso degli interventi dell'on. Piera Aiello e del reporter di guerra Fausto Biloslavo

MILANO - Chi ha partecipato all’evento di Rimini del Centenario Sna ha vissuto un’esperienza emozionante e indimenticabile, unica e irripetibile. La si può raccontare a chi non c’è stato, certamente, ma per quanti sforzi si possano fare non sarà possibile trasmettere le sensazioni, il calore, la passione, l’entusiasmo e il senso di appartenenza che hanno permeato la manifestazione. Ci proviamo ugualmente, ma con la consapevolezza, in ogni caso, che chi non c’era ha perso una magnifica esperienza umana e sociale.
Sono state due giornate dense di eventi. Torneremo più volte sul tema centenario, per riviverne alcuni momenti. La politica sindacale, le due relazioni del Presidente Nazionale al Congresso e alle autorità e ospiti presenti sono oggetto di diversi articoli pubblicati su snachannel, ai quali rimandiamo, riservandoci di dedicare agli stessi temi altre newsletter, in un prossimo futuro.
Oggi riproponiamo le testimonianze di due ospiti che hanno catturato l’attenzione della platea con la loro esperienza, che racconta il tema del coraggio. Il coraggio di mantenere fede a un impegno, di non tradire un’idea, una vocazione, nonostante difficoltà enormi dalle quali solo il coraggio, quello vero, consente di non fari soverchiare. Loro sono un esempio straordinario, al quale ciascuno può attingere quando, nella vita come nel lavoro, si trova di fronte a situazioni che devono essere affrontate con coraggio.
Un importante e seguitissimo contributo al Centenario è stato quello dell'on. Piera Aiello, prima testimone di giustizia eletta in Parlamento. Piera Aiello ha visto uccidere suo marito davanti ai propri occhi, ma ha avuto ed ha tuttora il coraggio di dedicare tutta la sua vita alla lotta alla mafia. Inserita nel programma di protezione dei testimoni, con un’identità segreta e resistendo a minacce e inimmaginabili difficoltà e pressioni, ha voluto candidarsi al Parlamento con il suo vero nome per contribuire, dall’interno delle istituzioni, a contrastare la criminalità mafiosa . È stata indicata fra le prime cento donne influencer impegnate nella lotta alla mafia.
E proprio insistendo sul tema del coraggio, Piera Aiello ha esortato i colleghi congressisti a non arrendersi mai e a credere fino in fondo nelle proprie scelte. Con la consapevolezza di quanto la categoria degli agenti sia esposta e necessiti della presenza delle istituzioni, ha promesso di impegnarsi in sede parlamentare e di garantire la propria vicinanza agli agenti di assicurazione. “Vi vorrò stare vicino! Grazie di avermi chiesto di essere parte di questa famiglia!”, ha detto alla fine del proprio intervento, raccogliendo il calore e la vicinanza dei congressisti del Centenario.
qui il link al suo intervento

Il palco del Centenario Sna ha accolto anche Fausto Biloslavo, oggi certamente il più famoso e tenace reporter di guerra. Attraverso fotografie e filmati tratti dai suoi reportage nelle zone dei conflitti, Biloslavo ha raccontato la sua vicenda professionale, vissuta fra pericoli e situazioni al limite del disumano, testimoniano anche l’orrore patito dalle popolazioni colpite dalla guerra. Affrontando il tema del coraggio, ha parlato del suo, che nonostante la quotidiana esposizione della sua vita a rischi estremi gli permette di non rinunciare a testimoniare la guerra e le sue tragiche e crudeli conseguenze. Ma il coraggio è anche di chi la guerra la subisce, diventando strumento per l’affermazione violenta delle ragioni di parte, ma non vuole rinunciare alla vita, alla speranza. E lottare per sopravvivere richiede grande coraggio.
Sebbene possa sembrare un parallelo azzardato, lo stesso Biloslavo, spiega che il coraggio è sostenuto dalla passione, elemento necessario in ogni attività, in quella del reporter di guerra come in quella dell’agente di assicurazione. Il coraggio serve per cominciare da zero, ma anche per rialzarsi quando si è colpiti dalle difficoltà o per adattarsi ai cambiamenti, è il messaggio di Biloslavo alla platea del Centenario.
qui il link al suo intervento

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700