Menu
NOTIZIARIO SNA

NOTIZIARIO SNA

Nuove norme riguardanti i prodotti del Ramo Vita: SNA, AIBA e BIPAR impegnati a tutto campo. Coinvolti tutti i Parlamentari europei

MILANO - Prosegue incessante il lavoro istituzionale dello SNA sul fronte parlamentare europeo. Unitamente ad AIBA, sono state inviate proprio in queste ore a Bruxelles una serie di osservazioni, tese a migliorare le norme (in via di emanazione) che riguarderanno i prodotti del Ramo Vita. Il documento finale (in allegato) è frutto della condivisione strategica tra il Sindacato Nazionale Agenti e l'Associazione Italiana Brokers Assicurazioni. Un pieno sostegno è stato garantito da BIPAR, la Federazione europea delle Associazioni di rappresentanza degli Intermediari assicurativi.
Vediamo nel concreto i punti principali: nell'ambito del dialogo a tre sulla proposta di regolamento riguardante i documenti contenenti informazioni chiave relative a prodotti di investimento, è stata attirata l'attenzione dei Parlamentari europei in particolare sul fatto che per tutti i prodotti che includono il rischio di investimento siano rese disponibili informazioni pre-contrattuali specifiche, proporzionate e adeguate. L’AIBA ed il Sindacato Nazionale Agenti sostengono la proposta iniziale della Commissione Europea di mettere a disposizione del consumatore un documento contenente le informazioni chiave; un documento redatto unicamente dal promotore del prodotto (al fine di evitare qualsiasi forma di incertezza giuridica, ndr) e trasmesso al cliente tramite il soggetto abilitato alla vendita del prodotto stesso. SNA e AIBA sono contrari, invece, ad ulteriori elementi da aggiungere al documento in questione, come ad esempio le informazioni sulla persona che è autorizzata alla vendita del prodotto, essendo questo aspetto già disciplinato da legislazione specifica.
Luigi Giorgetti

IN ALLEGATO I DOCUMENTI INVIATI AI PARLAMENTARI EUROPEI

Leggi tutto...

Il Presidente del Fondo Pensione Agenti, Francesco Pavanello, scrive a SNA e all'ANIA. E attacca l'atteggiamento allarmista di Anapa

MILANO - Ancora acque agitate in materia previdenziale. Il Presidente del Fondo Pensione Agenti, Francesco Pavanello, è voluto intervenire direttamente al fine di sedare le polemiche e mettere in chiaro l'attività dell'organo di amministrazione del Fondo. Con una nota ufficiale inviata all'ANIA, a SNA ed alle altre rappresentanze associative degli assicuratori (Anapa e Unapass) Pavanello scrive: “La decisione di sospendere temporaneamente i trasferimenti volontari è stata assunta, in piena legittimità dall’organo di amministrazione, a tutela del patrimonio collettivo, fino ad ora sempre in crescita, che gli iscritti hanno costruito sin dalla costituzione del Fondo nel 1975 e nel solo ed unico interesse della collettività degli iscritti stessi (agenti e pensionati). La principale responsabilità del CdA è quella di salvaguardare il risparmio degli iscritti ed era un nostro preciso dovere intervenire con tutti gli strumenti messi a disposizione dalle normative che regolano l’attività di fondi pensione come il nostro”.
Pavanello ha inteso, soprattutto, replicare all'allarmismo espresso a più riprese da Vincenzo Cirasola, Presidente di Anapa (e del Gruppo Agenti Generali): un atteggiamento che "rischia di creare panico ingiustificato tra gli iscritti con un possibile aumento esponenziale delle richieste di trasferimento che avrebbe potuto produrre effetti deleteri, compromettendo la realizzazione di qualsiasi piano di riequilibrio, tenuto conto della natura a capitalizzazione collettiva del Fondo. Il CdA – scrive ancora Pavanello – ha ritenuto di assumere il provvedimento senza coinvolgere preventivamente le Parti Sociali in quanto tale intervento rientrava nelle proprie competenze ed in particolare nel dovere di salvaguardare il patrimonio del Fondo. D’altra parte, la decisione è stata comunicata tempestivamente ai componenti dell’Assemblea dei delegati, rappresentanti eletti di tutti gli iscritti, ed agli iscritti stessi con la pubblicazione della notizia sul sito web del Fondo".
Mario Cibo

Leggi tutto...

RcAuto, a Reggio Calabria lo SNA si mobilita e fa ridurre l'imposta provinciale. Soddisfazione della coordinatrice regionale, Francesca Pizzi

REGGIO CALABRIA - L'Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria ha accolto (in parte) le richieste del Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazioni, in ordine alla riduzione dell'imposta sulle polizze RcAuto. Soddisfazione è stata espressa dalla Coordinatrice Regionale dello SNA, Francesca Pizzi, per la sensibilità del Presidente della Provincia, Giuseppe Raffa.
Questi i fatti. Era il 20 dicembre 2013, quando, con delibera 295, la Giunta provinciale aumentava l’aliquota dell’imposta sulle assicurazioni al massimo consentito dalla legge del cosiddetto "federalismo fiscale", portandola dal 12.50% al 16% con effetto a partire dal 1° marzo 2014. L’intervento del Sindacato era stato immediato. La coordinatrice regionale Francesca Pizzi, supportata dal comitato provinciale, rappresentato da Giuseppe Franco, aveva manifestato sin da subito il proprio disappunto, chiedendo  immediatamente un incontro al Presidente Giuseppe Raffa per discutere l’argomento. Dopo un serrato confronto, ecco giungere finalmente la decisione definitiva: riduzione di un punto percentuale dell’aliquota. "Non è quanto auspicato, - afferma Francesca Pizzi - ma è un primo, importante passo avanti verso i bisogni dei concittadini".
La Redazione

Leggi tutto...

Reale Mutua e Italiana Assicurazioni entrano nel circuito di Facile.it ? Si susseguono indiscrezioni e non conferme nel sito del comparatore

MILANO - Reale Mutua e Italiana Assicurazioni avrebbero sottoscritto un accordo con Facile.it, leader del mercato italiano tra i comparatori online. Reale Mutua e Italiana Assicurazioni, dalla forte connotazione tradizionale - secondo alcuni organi di informazione - avrebbero scelto di debuttare in un settore fino a oggi principalmente utilizzato dalle Compagnie dirette.
Luigi Lana
, direttore generale di Reale Mutua e a.d. di Italiana Assicurazioni, avrebbe manifestato apprezzamento per la scelta strategica. Tuttavia, nell'elenco delle Compagnie di assicurazioni con le quali intermedia il broker Facile.it non compare alla data odierna (7 marzo 2014), né Reale Mutua, né Italiana Assicurazioni (http://www.facile.it/assicurazioni/compagnie.html).
La Redazione

Leggi tutto...

Coface, al via il workshop formativo per gli iscritti allo SNA: “L’assicurazione dei Crediti e Cauzioni"

ROMA - Entra nel vivo la seconda fase dell’accordo SNA-Coface-UnaVis per la collaborazione tra agenti nel settore delle polizze Cauzioni e Credito Commerciale. Coface ha organizzato un workshop formativo che ha per tema “L’assicurazione dei Crediti e Cauzioni: una nuova opportunità per lo sviluppo delle agenzie”. Gli appuntamenti saranno a Bari, Roma, Verona e Milano, a partire dal 14 marzo.
Coface, con oltre 70 anni di esperienza nel settore, è tra i leader mondiali dellaAssicurazione dei crediti e delle cauzioni. Partner dell’accordo è anche UnaVis, il gruppo agenti della Compagnia, che affiancherà concretamente gli iscritti al Sindacato per favorire la collaborazione tra agenti generalisti e specialisti. La partecipazione, gratuita, è riservata agli iscritti allo SNA e, previo superamento del test di verifica, darà diritto a due ore di credito formativo. Le iscrizioni, dovranno essere comunicate direttamente a Coface e saranno accettate fino a esaurimento dei posti disponibili. Al termine di ogni incontro sarà possibile approfondire gli aspetti della collaborazione direttamente con i rappresentanti di Coface e SNA.
La Redazione

Leggi tutto...

Il Fondo Pensione Agenti delibera con effetto immediato la sospensione dei trasferimenti volontari. In attesa dell'approvazione del piano di riequilibrio

ROMA - Novità dal fronte previdenziale. Il Cdr del Fondo Pensione Agenti ha deliberato il temporaneo blocco dei trasferimenti volontari, sospendendo “con effetto immediato e fino a quando non sarà adottato il piano di riequilibrio“ l’applicazione della norma dell’art. 10, comma II, dello Statuto del Fondo stesso. In particolare, è previsto che le riserve tecniche debbano essere calcolate tenendo conto unicamente degli iscritti al Fondo alla data di valutazione, utilizzando cioè un criterio "a gruppo chiuso".
Cosa accade ora?
Le disposizioni vigenti prevedono esplicitamente che, nel caso in cui le attività non siano sufficienti a coprire le riserve, il Fondo debba procedere alla stesura di un piano di riequilibrio (soggetto, poi, all’approvazione da parte della Covip, ndr). In un comunicato il FPA dichiara di aver effettuato una valutazione critica del quadro delle ipotesi tecniche adottate e di aver accertato un consistente disavanzo attuariale. Al contempo, sono stati individuati due piani di riequilibrio, sottoposti ad ANIA ed alle Rappresentanze Sindacali degli Agenti. Fino alla definizione della questione il Fondo ha ritenuto corretto, dunque, sospendere i trasferimenti volontari, al fine di garantire la conservazione del patrimonio. Eventuali richieste di trasferimento produrrebbero, peraltro, effetti immediati ed irreversibili oltre che la compromissione della funzione di garanzia del patrimonio per l’intera collettività degli aderenti.
Mario Cibo

Leggi tutto...

Riequilibro del Fondo Pensione Agenti, i principali Gruppi Aziendali e lo SNA mobilitati per un coinvolgimento diretto dell'ANIA

MILANO - I presidenti di Gruppi Aziendali Agenti facenti parte del Comitato GAA-SNA, si sono riuniti a Milano al fine di concordare un'azione comune in ordine al riequilibrio finanziario del Fondo Pensione Agenti. Come noto, la riduzione del numero degli aderenti al Fondo, l'accresciuta aspettativa di vita e la diminuzione delle capacità economico finanziarie degli investimenti, rischiamo di provocare una situazione di cosiddetto "disavanzo tecnico". E le misure adottate negli scorsi mesi (come ad esempio quella della modifica allo Statuto) non sembrano aver rassicurato tutti gli operatori. Fra questi ultimi, il Presidente del GAA Generali, Vincenzo Cirasola, da sempre estremamente critico in ordine alla gestione del Fondo.
Tutti i partecipanti all'incontro di Milano (presidenti dei Gruppi Agenti e vertice del Sindacato) hanno condiviso la necessità di rispettare e salvaguardare l’impegno quarantennale profuso dalle parti costitutive (vale a dire SNA e ANIA) del Fondo Pensione. Il Sindacato si è detto pronto a farsi promotore di tutte le iniziative atte a trovare al più presto una soluzione possibile e definitiva per il riequilibrio contributivo dello sbilanciamento prospettico del Fondo. Il Comitato ha, inoltre, sollecitato tutti i Presidenti di GAA ad un'azione di sensibilizzazione degli Amministratori Delegati delle rispettive Mandanti per il necessario supporto al piano di riequilibrio.
Il Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi, si è detto "fiducioso nella capacità dell’attuale vertice del Fondo Pensione Agenti di proseguire il confronto istituzionale, con trasparenza e determinazione, con lo scopo di pianificare e realizzare un adeguato piano di riequilibrio contributivo che permetta il mantenimento dell’importante Ente previdenziale a gestione paritetica collegiale (Agenti-Imprese). Il Sindacato Nazionale Agenti - ha concluso Demozzi - garantirà il necessario supporto diplomatico e politico-sindacale al Fondo, per la salvaguardia degli interessi di tutti gli agenti. Abbiamo apprezzato il senso di responsabilità del Comitato GAA-SNA concretizzatosi nel documento deliberato il 26 febbraio u.s.”.
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...

Ecco la nuova squadra al Ministero dello Sviluppo Economico. Riconfermata Sottosegretario, la Sen. Simona Vicari. Demozzi: sincera soddisfazione dello SNA

ROMA - Con la caduta del Governo Letta e l'insediamento dell'Esecutivo Renzi, verifichiamo insieme la composizione del nuovo Dicastero dello Sviluppo Economico, al cui tavolo lo SNA dovrà prossimamente sedersi. Ecco un breve curriculum vitae del Ministro, dei due vice Ministri e dei due Sottosegretari.


FEDERICA GUIDI (Ministro)
E' nata a Modena  nel 1969. Dopo una laurea in Giurisprudenza, consegue un Master in Business Administration presso la Profingest di Bologna. Figlia di uno dei più noti esponenti di Confindustria (Guidalberto, considerato unanimamente un "duro"), la Guidi inizia la propria carriera al Rolo Finance in qualità di analista finanziario. In Confindustria è dapprima Presidente dei Giovani Industriali della Federazione Emilia Romagna. poi Vice Presidente Nazionale dei Giovani Industriali e quindi Presidente Giovani Imprenditori dal 2008 al 2011.
Contestualmente è stata Vice Presidente dell'azienda di famiglia, la Ducati Energia Spa (con sede legale a Bologna e stabilimenti in numerosi altri Paesi extra-UE), Consigliere di amministrazione della G.M.G. Group Srl, membro del Gruppo Italiano "The Trilateral Commission", Consigliere di amministrazione del Fondo Italiano d’Investimento SGR Spa, membro del Consiglio Generale Aspen Institute Italia.


CARLO CALENDA (Vice Ministro)
Nato nel 1973 a Roma, è laureato in Giurisprudenza con specializzazione in diritto internazionale. È già stato Viceministro dello Sviluppo Economico nel Governo Letta. Fino a giugno 2011 ha ricoperto l’incarico di direttore generale di Interporto Campano. Dal 2004 al 2008 è stato assistente del Presidente di Confindustria. In precedenza è stato, fra l'altro, responsabile marketing di Sky Italia.


CLAUDIO DE VINCENTI (Vice Ministro)
Nato a Roma nel 1948, professore, ha ricoperto la carica di Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico da novembre 2011 a febbraio 2014. E' stato, fra l'altro, Presidente del Comitato Scientifico dell’Osservatorio Prezzi del Ministero delle Attività Produttive, Membro del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Componente del Nucleo di Valutazione per la spesa previdenziale presso il Ministero del Lavoro.


ANTONELLO GIACOMELLI (Sottosegretario)
Nato a Prato nel 1962, giornalista, ha rivestito la carica di direttore responsabile per testate e canali televisivi.


SIMONA VICARI (Sottosegretario)
Nata a Palermo nel 1967, ha già ricoperto il ruolo di Sottosegretario allo Sviluppo Economico nel precedente Governo Letta. Architetto, a soli 23 anni entra nel Consiglio Comunale di Palermo e diventa il più giovane Assessore d’Italia. Dopo una brillante carriera politica, viene eletta in Parlamento. E' stata relatrice del decreto legge sulle liberalizzazioni e del decreto crescita. E' cittadina onoraria di New Orleans.
Della precedente compagine viene confermata, dunque, unicamente la Senatrice Simona Vicari. Un plauso in tal senso è stato espresso dal Presidente Nazionale dello SNA, Claudio Demozzi: "apprendo la notizia con sincera soddisfazione! Il rapporto di stima che mi lega alla Sen. Vicari mi permette di affermare che bene ha fatto il Consiglio dei Ministri a confermare questa importante presenza nel ruolo di Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico".
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...

Il Gruppo Agenti Milano sospende i rapporti istituzionali con la Compagnia. Timori per il futuro. Sostegno offerto dallo SNA

MILANO - Le continue marce indietro dell’UnipolSai in ordine al destino della rete Milano preoccupano (e non poco) il Gruppo Agenti Milano, inducendo il Consiglio Direttivo ad alzare i toni del dibattito con l’Impresa. Nel corso dell'ultima seduta il Direttivo ha deliberato all’unanimità la sospensione delle relazioni istituzionali con la Compagnia, rilevando “con disappunto e amarezza la contraddittorietà delle informazioni ricevute dall'Impresa in questi mesi in relazione all'operazione di spin-off, nonostante la serietà e lo spirito di collaborazione dimostrato da tutta la rete Milano”.
La delibera impegna la Giunta a dare risalto mediatico alla situazione degli agenti ed a cercare sul mercato altre imprese disponibili ad offrire agli agenti Milano ulteriori opportunità di business che consentano di contrastare la costante contrazione dei ricavi agenziali. Il Presidente del GAM, Dario Piana, ha dichiarato: “continuiamo a ritenere centrale la logica del dialogo con l’Impresa, fondata su uno spirito collaborativo che non è mai venuto meno da parte degli agenti. Tuttavia, l’allungamento dei tempi e l’incertezza nella quale l’impresa sta lasciando la rete, impongono scelte idonee a sottolineare che gli agenti non sono disponibili ad attendere indefinitamente chiarimenti sul futuro del proprio rapporto con UnipolSai”. Nella mozione, il Consiglio Direttivo ha preso atto con soddisfazione della disponibilità dichiarata dal Sindacato Nazionale Agenti di sostenere ogni iniziativa intrapresa dal GAM.
La Redazione

Leggi tutto...

L’Associazione Agenti Allianz è realtà. Gabrielli, Rosato e Trotta guideranno il sodalizio. Attenzione puntata sulla Digital Agency

ROMA - Nasce ufficialmente l’Associazione Agenti Allianz (AAA), il più grande sodalizio attualmente presente sul mercato, ultimo atto e risultato della fusione del GALA Gruppo Agenti Lloyd Adriatico, del GNA Gruppo Agenti Allianz Subalpina e di UIA Unione Italiana Agenti Allianz. La nuova Associazione raggruppa ora complessivamente duemiladuecento Agenti che operano per Allianz Italia. A guidare la compagine, tre Presidenti (Massimo Gabrielli, Tonino Rosato e Giovanni Trotta) i quali non hanno mancato l'occasione per inviare un chiaro segnale alla Compagnia: "la Digital Agency deve innanzitutto essere conveniente per gli Agenti”.
Alla cerimonia di ufficializzazione della nuova Associazione era presente il Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi, che ha definito l'accordo "un eccezionale risultato ed un esempio per tutta la categoria". Dal canto loro i tre Presidenti si sono detti "orgogliosi delle rispettive storie e pronti a donare alla nuova Associazione la passione, l’attaccamento, l’impegno e le capacità che da sempre sono state profuse nel tutelare i colleghi”. Le responsabilità cui è chiamato il direttivo dell’Associazione Agenti Allianz sono molto importanti, ed il vertice ne è assolutamente consapevole: nel mercato il canale agenziale, pur rimanendo il primo soggetto distributore di servizi assicurativi nei rami Danni, ha subito una progressiva flessione nei premi intermediati dal 2008 al 2013, mentre altri canali (banche, Poste, compagnie dirette, etc.) si stanno rafforzando anche su segmenti non vita; nel 2012 è stata registrata una contrazione nei ricavi del 2,3% e tale tendenza negativa appare peggiorare nel 2013; nel comparto Auto, il Cliente retail – pur rimanendo ancora orientato, in buona parte, ad un abbinamento fra strumenti e servizi innovativi ed esigenza di consulenza professionale – si sta educando alla multicanalità, alla ricerca di informazioni in rete, mentre i comparatori online stanno rivelandosi veri e propri competitor, più che meri preventivatori.
“Noi Agenti Allianz - si legge in una nota - siamo assolutamente consapevoli della situazione, dei trend di mercato e dei concreti rischi che corriamo in termini di redditività, concorrenza, rischio di insoddisfazione del cliente, se non servito in maniera adeguata. Tutti gli indicatori della crisi sono costantemente oggetto della nostra approfondita analisi. Perciò - hanno affermato Gabrielli, Rosato e Trotta - tutti noi siamo in prima linea nella ricerca di soluzioni. Ma vogliamo che Allianz stia con noi in trincea, dimostrando che il fenomeno della disintermediazione è un avversario da combattere e non l’obiettivo da perseguire. Vogliamo essere protagonisti dei processi di cambiamento, non subirli. Vogliamo che Allianz sia nostro partner nel porre al centro il cliente quale priorità assoluta”.
La Digital Agency, progetto in cui la Compagnia crede profondamente, deve quindi essere funzionale - è stato detto - ad accelerare ed intensificare le relazioni degli agenti con i clienti, ad alleggerire il carico amministrativo delle agenzie, a dare maggior impulso allo sviluppo commerciale delle reti sub agenziali. “La grandezza e le fortune costruite negli anni da Allianz sono, in buona parte, anche figlie del nostro lavoro e dei nostri sacrifici e, consentiteci di dirlo nella reciproca chiarezza, non sempre siamo stati ripagati con la stessa moneta” hanno infatti sottolineato i presidenti AAA al management della Compagnia, che ha partecipato al completo con tutti suoi manager, alla seconda giornata dei lavori. La Digital Agency dovrà quindi, anzitutto, essere conveniente per gli Agenti: questo il messaggio che la nuova Associazione ha trasmesso ad Allianz e che la Direzione ha raccolto, riconfermando negli interventi la centralità della rete agenziale nella strategia del Gruppo.
Massimo Gabrielli, Tonino Rosato e Giovanni Trotta affermano con decisione: “Non è più tempo di regalare clienti alla concorrenza” ed annunciano iniziative volte a supportare gli Associati, grazie alle società collegate, con strumenti ed opportunità emancipati da Allianz. Ad esempio, attraverso la partecipazione a società di brokeraggio, per risolvere problemi di colleghi che si trovano nell’impossibilità di dare copertura a rischi fuori dal perimetro della Compagnia, oppure con supporti operativi alla gestione della privacy dei clienti, per quegli associati che vorranno cogliere l'opportunità di diventare Titolari dei dati, sancita dal recente "Accordo Digital", sottoscritto con Allianz.
La Redazione

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700