Menu
CONVEGNI E CONGRESSI

CONVEGNI E CONGRESSI

Grande convegno a Parma organizzato dalla locale sezione Provinciale Sna. Apprezzato l'intervento dell'on. Tommaso Foti

PARMA - Oggi (12 giugno, ndr) a Parma, presso l'Hotel Parma & Congressi, sotto l'attenta regia del Presidente della sezione Provinciale Sna Graziano Bisagni e della sua squadra di Esecutivo locale, si è svolto un convegno informativo del Sindacato sui principali temi caldi del momento. I lavori sono stati aperti dal Presidente del Fondo Pensione Agenti, avv. Francesco Libutti, che ha fornito il dettaglio sugli aspetti bilancistici e normativi del principale strumento previdenziale degli agenti italiani. Sono seguiti gli interventi di Domenico Fumagalli, storico direttore Sna ed attuale consulente del Sindacato, in ordine responsabilità civile dell'Intermediario; dell'avv. Rudi Floreani (privacy e banca dati agenziale); di Elena Dragoni, Vicepresidente nazionale vicario Sna (CCNL e Ebisep, Ente Bilaterale del settore agenziale). I lavori sono terminati con il saluto del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi e con l'intervento dell'on. Tommaso Foti ad ulteriore riprova dell'attenzione che il mondo politico riserva all'attività sul territorio della più grande Associazione di rappresentanza del mondo agenziale (Sna), alla quale aderisce - come noto - più del 90% degli agenti professionisti italiani iscritti ad un Sindacato.
"L'accoglienza dell'Esecutivo provinciale di Parma è stata calorosa, affettuosa e questo fa parte della vita associativa di Sna", ha commentato il Presidente nazionale Claudio Demozzi. "E' un ulteriore segno di condivisione dell'attuale linea politico sindacale e soprattutto evidente sintomo di apprezzamento per lo sforzo, anche personale, che tutti stiamo facendo per presidiare le prerogative professionali degli agenti, anche contro gli attacchi dei poteri forti e di qualche grande compagnia".
La Redazione

Leggi tutto...

"Cosa cambia per l’Agente di assicurazioni", nutrita partecipazione all'evento organizzato dalla sezione Provinciale Sna di Caserta

MILANO - “Cosa cambia per l’Agente di assicurazioni”, questo il titolo dell’evento organizzato il 5 giugno u.s. dalla sezione Provinciale Sna di Caserta e dal suo presidente Stefano Fiorillo. L'appuntamento è stato l'occasione per confrontarsi sul tema dell'agenzia digitale. "E' necessaria - è stato sottolineato dai presenti - una figura di agente sempre più digitale, dinamico, autonomo, indipendente e soprattutto più consapevole del fatto che l’attività di intermediazione è oggi una scelta di alta professionalizzazione. Un’agenzia di assicurazioni va organizzata affinché sia sempre più efficiente in tutti i propri processi (marketing, amministrazione, contabiltà, rete di collaboratori, rapporto con le mandanti, ecc.) ed efficace nella compliance".
La giornata è stata ricca di contenuti normativi. Consensi hanno raccolto gli interventi di Angelo Ottaviani di Nimaja Consulting il quale ha sottolineato quanto sia strategico per un agente di assicurazioni costituire una propria banca dati e un’autonoma titolarità; di Angela Occhipinti, componente dell'Esecutivo Nazionale Sna, che ha parlato del progetto KDA (Kit Digital Agency) e ha ricordato la linea politica del Sindacato in tema di digitalizzazione; di Franco Pittori che ha illustrato ai numerosi presenti gli strumenti tecnologici più utili alla gestione di un’agenzia.
All’evento erano presenti, fra gli altri, i componenti dell’Esecutivo Nazionale Sna Corrado Di Marino, Giuseppe Rapa e Michele Languino, nonché il coordinatore regionale campano Alfonso Santangelo e i Presidenti Provinciali delle sezioni locali del Sindacato.
La Redazione

Leggi tutto...

Nuovo pienone anche a Erba, prosegue con successo il tour sulla Compliance di Agenzia

MILANO - Mercoledì 30 maggio le Provinciali Sna di Como, Lecco e Sondrio hanno organizzato il convegno "La compliance di agenzia" presso l'Hotel Leonardo da Vinci di Erba. La partecipazione all'evento è stata così nutrita da riempire tutti i posti disponibili nella sala, circa un centinaio. I partecipanti hanno apprezzato molto il contenuto del corso, data anche la costante evoluzione che le normative stano avendo per effetto dell'entrata in vigore della nuova direttiva europea IDD sulle assicurazioni e quelle relative alla privacy.
Al mattino ha aperto i lavori Domenico Fumagalli consulente Sna, al quale è seguito l'intervento sugli istituti collegati al CCNL Sna 2014 della Vice Presidente Vicaria Elena Dragoni nella sua veste, in questo caso, di Presidente dell'Ente bilaterlale Ebisep. Dopo la pausa pranzo il Presidente nazionale Claudio Demozzi è intervenuto per sviluppare ulteriormente il tema del rispetto della compliance di agenzia, un contributo di straordinario profilo tecnico e politico che ha entusiasmato, ma non poteva che essere così, la platea dei colleghi che hanno portato a casa da questo incontro elementi significativi di crescita culturale e sindacale. Ci fa piacere sottolineare come l'organizzazione e la buona riuscita dell'evento, con piena soddisfazione dei partecipanti, vada attribuita alla collaborazione che da qualche anno le tre provinciali di Como, Lecco e Sondrio portano avanti, al servizio di tutti i colleghi presenti sul territorio. Il corso accreditato ai fini Ivass sulla Compliance di agenzia va considerato infatti come uno dei tasselli di questa sinergia che darà presto nuovi frutti.
La Redazione

Leggi tutto...

VII Assemblea Nazionale Gas, Gaetano Vicinanza esorta alla compattezza. Claudio Demozzi ammonisce gli agenti a non auto-disintermediarsi

CERVIA (RAVENNA) - Un Congresso nient‘affatto scontato quello celebrato a Cervia dagli agenti Sara alla fine della settimana scorsa che fin dalle prime battute ha assunto le caratteristiche di un appuntamento per così dire rifondativo, dedicato alla costruzione di una nuova identità associativa e all’intensificazione del legame con il Gas.
Cosa anomala per un incontro istituzionale di mezzo termine che non prevedeva il rinnovo delle cariche, più del 50% degli iscritti ha partecipato di persona o per delega ai lavori, sapientemente condotti dal Presidente Gaetano Vicinanza, protagonista e moderatore dei vari momenti congressuali, a testimonianza della sua attitudine a presidiare tutte le attività associative, da quelle riferite alle relazioni industriali con l’azienda, a quelle meno visibili, ma altrettanto importanti connesse alla rivisitazione dei prodotti assicurativi e al miglioramento del sistema informativo di compagnia.
La relazione letta da Gaetano Vicinanza contiene numerosi spunti di riflessione sulle azioni svolte allo scopo di fornire la più ampia gamma di risposte possibili alle esigenze degli iscritti dopo il periodo di grandi sacrifici imposti dalla mandante durante la passata gestione, un settennato nel quale “tutti, nessuno escluso – ha detto il Presidente - si sono rimboccati le maniche e impegnati a riportare la nostra Compagnia ad essere una Compagnia eccellente e redditizia per la proprietà“. A chi va attribuito il merito? Alle politiche commerciali adottate dal management, certo, ma soprattutto al “grandissimo e determinante contributo fornito dagli agenti… In quei sette anni, dove siamo stati divisi, spacchettati, profilati... , sono state indotte in noi dinamiche di separazione come la presunzione: io sono meglio di te - tu non sei all’altezza, o il pregiudizio: tu non fai - io faccio cose… Ed è chiaro che quando ci dividiamo, o agevoliamo le divisioni, siamo più deboli … e questo ci penalizza nel confronto con la mandante e con la proprietà che, al contrario, ragionano e agiscono come un monolite… Notate bene che la relazione e il confronto sono le attività più importanti tra quelle svolte da un Gruppo, ma se tra di noi tendiamo a dividerci, non ci lamentiamo quando non otteniamo i risultati attesi dal gruppo. Abbiamo fatto percorsi importanti - ha proseguito Vicinanza - devo ammetterlo, e di forte cambiamento: questo vuol dire che siamo capaci di adattarci ad ogni mutamento della linea industriale. Lo abbiamo dimostrato accettando pulizie di portafoglio, riduzioni di premio, tariffe pazze... tutto e il contrario di tutto, quindi se dovessi dire chi siamo direi che siamo forti come delle canne di bambù, che si adattano al manager del momento, che è il vento del momento: però come le canne torniamo sempre dritti e forti e siamo qua a dimostrarlo, mentre loro non ci sono più, sono altrove a comunicare ad altri chi non sono e come devono cambiare“.
Da questa consapevolezza prende origine la scelta del gruppo dirigente del Gaa, eletto un anno fa a Galzignano, di puntare con forza sulla compattezza interna e sull’orgoglio di appartenenza al Gruppo, “l’unica vera casa degli agenti Sara“.
Di grande impatto sindacale il contributo fornito dal Presidente Nazionale Sna che ha entusiasmato la sala con un intervento di largo respiro nel corso del quale Claudio Demozzi ha evidenziato il valore dell’intermediazione professionale svolta dagli agenti, a dispetto del tentativo delle imprese italiane di marginalizzarne il ruolo. Attenzione alla disintermediazione messa in atto dall’industria assicurativa, quindi, ma soprattutto all’auto-disintermediazione che numerosi agenti attuano, per lo più inconsapevolmente, adottando i sistemi di controllo aziendale del rapporto con la clientela. Pos direzionali, mensilizzazione dei premi, adozione delle app di compagnia, apertura centralizzata dei sinistri, costituiscono altrettanti strumenti destinati a favorire l’estromissione degli agenti nella gestione del cliente e vanno respinti al mittente senza esitazione. “Il compito più importante di ogni iscritto - ha affermato Demozzi - è quindi quello di vigilare affinché i Gaa più 'distratti' non si facciano coinvolgere nelle strategie dell’impresa e sappiano tutelare l’indipendenza della categoria“.
Da Dario Piana, Presidente del Comitato dei Gruppi iscritti Sna è venuto un interessante spunto di riflessione sulle cause che sono alla base del distacco venutosi a creare tra mondo associativo e agenti, il cui antidoto potrebbe risiedere nella capacità di mettere a fattore comune le esperienze maturate in ambito aziendale. La condivisione delle pratiche di successo adottate dai rispettivi vertici associativi, il confronto su fenomeni che si verificano in ogni impresa, il dibattito sugli elementi comuni contenuti negli accordi integrativi, potrebbero garantire maggiore efficacia nella risposta alle esigenze degli iscritti e di conseguenza sviluppare maggiore interesse e attaccamento da parte loro.
D’altro canto, la collaborazione tra i Gaa, oltreché tra essi e lo Sna costituisce il presupposto essenziale per la creazione di una cultura negoziale condivisa, imperniata sulla reale integrazione degli ambiti di primo livello aziendale e di secondo livello generalista, di cui tanto necessita la categoria.
E a proposito di best practice, merita una citazione l’intervento di Roberto Salvi, Presidente del Gruppo agenti Toro, invitato da Vicinanza ad illustrare le attività di Gaat Service, la Srl con capitale diffuso di oltre 300 mila Euro, la cui governance è stata affidata a un trust, che fornisce beni e servizi a condizioni di particolare favore, ma che svolge sopratutto il ruolo di intermediario a favore dei suoi soci. La società opera mediante il mandato ricevuto da primarie compagnie internazionali e attraverso rapporti di collaborazione stipulati con agenzie di assicurazione A con A e con società di brokeraggio A con B, secondo un modello organizzativo multitasking in continua evoluzione. Si tratta di uno strumento che, sostiene Salvi, rende gli agenti Toro più liberi, mettendoli nelle condizioni di assumere i rischi non graditi dalla mandante. La piattaforma sottostante consente agli utenti affiliati di quotare ed emettere polizze in piena autonomia, di verificare l’andamento quantitativo e qualitativo del proprio portafoglio, ma anche di sostenere azioni di marketing mirato, a tutto vantaggio della precaria redditività agenziale. Un’esperienza di plurimandato collettivo che probabilmente tutti i Gruppi agenti dovrebbero prendere ad esempio allo scopo di garantire maggiore indipendenza ai rispettivi iscritti e soprattutto a coloro, tra di essi, che non hanno la forza di sviluppare un vero e proprio plurimandato diretto.
Roberto Bianchi

Leggi tutto...

Compliance di Agenzia, giornata di formazione organizzata a Catania dalla locale sezione Provinciale Sna (9 maggio)

MILANO - Lo scorso 9 maggio si è svolta presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università di Catania - una giornata formativa dedicata alla "Compliance di Agenzia". L'evento, curato dalla Sezione Provinciale Sna di Catania, ha avuto un grande successo: hanno partecipato oltre cento colleghi, provenienti da tutta la Sicilia. Dopo l'introduzione del Presidente Provinciale Salvo Lisi, sono intervenuti il Coordinatore Regionale Sna Sicilia Giuseppe Giardinella e il Prof. Roberto Tufano, Docente dell'Università di Catania del Dipartimento Scienze della Formazione, in qualità di padrone di casa.
L'attività formativa in senso stretto è stata condotta dal Presidente Nazionale Sna Claudio Demozzi, che ha approfondito e chiarito, con la consueta competenza e capacità oratoria, tutti gli aspetti della complessa ed articolata materia. La Compliance di Agenzia rappresenta infatti un tema di eccezionale delicatezza e importanza, in considerazione dei numerosi adempimenti che gli agenti sono obbligati ad osservare nell'esercizio della loro attività professionale.
Alessandra Schofield

Leggi tutto...

Privacy, IDD, Mifid: opportunità per gli agenti. Importante convegno Sna nella prestigiosa sala congressi della Saint-Gobain

MILANO - Mercoledì 11 aprile si è tenuto il convegno della Provinciale Sna di Milano dal titolo: "Privacy, IDD, Mifid: opportunità per gli agenti". I lavori si sono svolti nella sala congressi della Saint-Gobain, azienda leader nel mercato dei cristalli e non solo che attraverso la sua controllata Glass Drive è stata tra gli sponsor dell’evento. Squisita l’accoglienza e impeccabile l’organizzazione. Il primo appuntamento del 2018 è stato presentato dal Presidente provinciale Francesco Procopio, che ha illustrato il programma di quest’anno, che ci vede coinvolti nella mobilitazione contro il Decreto legislativo emanato l’8 febbraio scorso.
Il decreto “ammazza agenti”, costringe gli assicurati ad effettuare il versamento dei premi direttamente sul conto della compagnia. Dopo una breve presentazione della Saint-Gobain fatta dal responsabile Giuseppe Panzardi, è intervenuto l’avv. Tilli, che ha approfondito quanto aveva già introdotto nel convegno del novembre 2017, evidenziando le problematiche di tipo legale legate alla Privacy e alla Compliance alla luce della normativa in vigore. Nel successivo intervento l’ing. Angelo Ottaviani della Nimaja Consulting, ha evidenziato la Compliance dal punto di vista tecnico. La sessione è poi stata chiusa da Franco Pittori, titolare di Nuovisoci.it, che ha illustrato come usare gli strumenti informatici per gestire la proprietà e la titolarità dei dati. 
Nel primo pomeriggio c’è stato l’approfondimento a cura di Domenico Loizzi di Consultinvest che dopo un’analisi dei mercati, è entrato nel merito della Direttiva dell’ Unione Europea 2004/39/CE, conosciuta come direttiva MIFID, acronimo di Markets in Financial Instruments Directive, un atto emanato dal Parlamento Europeo con l’obiettivo di andare verso la costituzione di un mercato finanziario integrato. A metà pomeriggio è intervenuto il Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi, accompagnato dal rappresentante dei subagenti, il Presidente di Ulias Sebastiano Spada, che ha espresso la preoccupazione dei suoi associati riguardo il recente decreto. Alla conclusione dei lavori Claudio Demozzi, ha invitato tutti alla mobilitazione contro i provvedimenti legislativi che penalizzano la categoria, indicando le iniziative ad oggi intraprese.
Gli atti del convegno sono scaricabili al sito www.snamilano.it nella sezione News/Eventi.
Massimo Cingolani

Leggi tutto...

Importante convegno Confsal al Parlamentino CNEL a Roma. Grande platea di ospiti d'onore. Presenti i vertici del Sindacato nazionale agenti

MILANO - Si è tenuto questa mattina, presso il Parlamentino del CNEL a Roma, il convegno organizzato dalla Confsal sul tema "Relazioni industriali, rappresentatività e linee guida per la contrattazione collettiva". Dopo l'introduzione di Angelo Raffaele Margiotta, segretario generale Confsal, si sono susseguiti gli interventi del prof. Lorenzo Bordogna, docente di Sociologia dei processi economici all'Università Statale di Milano; del prof. Mimmo Carrieri, docente di Sociologia economica e del lavoro presso l'Univesità La Sapienza di Roma; dell'ex-ministro del lavoro, Cesare Damiano; di Pietro de Biasi, responsabile Area lavoro e welfare FCA Group; di Massimo Marchetti, Area lavoro e welfare di Confindustria; di Emmanuele Massagli, presidente Adapt; ed ancora, di Maurizio Sacconi, ex ministro del lavoro e di Roberto Di Maulo, vicepresidente CESI.
Le conclusioni sono state affidate al presidente del CNEL, Tiziano Treu. Ai lavori erano presenti anche il Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi, la Vicepresidente vicaria Elena Dragoni e il componente dell'Esecutivo nazionale, Corrado Di Marino.
La Redazione

Leggi tutto...

Record di partecipazioni al Convegno Sna del 10 aprile scorso a Padova

PADOVA - Notevole partecipazione ed interesse ha destato il convegno organizzato dalle Sezioni Provinciali venete unitamente al Coordinamento regionale del Veneto intitolato “Da intermediario professionista a mero distributore: evoluzione o involuzione?”. La tavola rotonda incentrata sul tema del ruolo essenziale svolto dall’Agente a tutela del consumatore in un contesto di disintermediazione in relazione alla IDD 2018, ha visto l’attenta partecipazione di una platea costituita da oltre 130 intermediari. I qualificati interventi degli autorevoli relatori, moderati dal collega Francesco Pavanello, Presidente della Sez. provinciale di Padova, hanno toccato tutte le attuali problematiche inerenti la distribuzione assicurativa professionale.
In particolare Pierpaolo Marano – professore ordinario di diritto commerciale presso il Dipartimento di Studi Giuridici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano – ha evidenziato lo scenario giuridico derivante dal recepimento delle varie normative europee di settore inclusa l’IDD 2018, fornendo un quadro complessivo in cui l’Agente sarà chiamato a confrontarsi ed operare.
È seguito l’apprezzato intervento dell’avvocato Paolo Martinello – rappresentante dei consumatori e presidente Altroconsumo – che ha illustrato l’evoluzione del mercato assicurativo con particolare riferimento alle esigenze del cliente/consumatore che necessita di una figura professionale di intermediario che ne analizzi i bisogni suggerendone le corrette soluzioni. Ha altresì evidenziato come le liberalizzazioni del 2007 e successive siano state ostacolate dai grandi Gruppi assicurativi, con l’acquiescente concorso di alcuni Gruppi aziendali agenti, che non hanno permesso la corretta e completa evoluzione dell’intermediario.
La tavola rotonda è proseguita con l’ampia relazione di Stella Aiello – responsabile della distribuzione assicurativa Ania – che ha auspicato un maggior dialogo fra le compagnie e le rispettive reti distributive per giungere a un efficace e positivo approccio al Cliente, allo scopo di offrirgli le giuste ed appropriate soluzioni rispettando le norme in tema di adeguatezza. Ha inoltre affermato che è (o meglio sarebbe!!! Sich) libera ed esclusiva scelta imprenditoriale dell’Agente l’opzione mono o pluri-mandato. Ha concluso dichiarando che le limitazioni imposte dall’emendando D.Lgs di recepimento della IDD 2018, che modifica l’art. 117 del Codice delle Assicurazioni introducendo l’obbligo di versamento dei premi della clientela direttamente alle Compagnie, non è stata esigenza espressa dall’Ania.


A questo punto Pavanello, nel dare la parola a Dario Piana – Presidente del Comitato Gaa di Sna – ha chiesto lo stato dei rapporti in essere, da un lato, tra le compagnie e i rispettivi Gruppi aziendali e, dall’altro, quelli interni dei Gaa con lo Sna. Per il primo quesito Piana ha auspicato una più coerente conduzione dei Gaa che salvaguardi i principi fondanti della categoria rifiutando quindi la trattativa di primo livello. Ha inoltre affermato che oggi c’è unità di intenti con la linea perseguita dal Sindacato. L’applaudito intervento finale del Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi ha consentito di avere un quadro d’insieme complessivo dell’attuale scenario soffermandosi in particolare sui rapporti con gli interlocutori istituzionali Ivass, Ania, Consumatori e sulle sinergie con i Gaa. Nello specifico della IDD 2018 ha ricordato tutte le iniziative in corso miranti a modificare/abrogare sia il nuovo art 1 bis (pagamenti diretti alle compagnie per i soli clienti degli intermediari nelle Sez. A, C ed E del Rui) e l’abnorme ed aberrante nuovo impianto sanzionatorio che non distingue fra compagnie, agenti e loro collaboratori. Ha poi invitato tutti a partecipare al prossimo Congresso nazionale di Cervia preannunciando che lì saranno delineate tutte le ulteriori opzioni sindacali per raggiungere l’obiettivo. Il dibattito è stato seguito dalla platea con particolare attenzione e ripetuti consensi e applausi a sostegno delle tesi esposte dai relatori.
Nel pomeriggio il convegno è proseguito con l’illustrazione degli strumenti offerti dal nuovo CCNL Sna 2018, Ebisep e Welfare da parte di Elena Dragoni – Vice Presidente nazionale Vicario Sna e Presidente Ebisep. È seguita infine poi la trattazione del tema “Privacy: titolarità o contitolarità? Regolamento privacy 2018” a cura dell’ing. Angelo Ottaviani, titolare di Nimaja Consulting, da cui è emersa tutta la criticità e pericolosità di accordi sulla contitolarità nel trattamento dei dati della clientela. Questi due interventi molto approfonditi hanno dato luogo a 3 ore di formazione Ivass per coloro che hanno superato i test previsti.
Al termine di una giornata molto intensa, il moderatore Francesco Pavanello, prima di cedere la parola a Claudio Demozzi per l’intervento di chiusura, ha ringraziato i presenti per l’attenta e costruttiva partecipazione riassumendo gli esiti molto positivi del convegno. 
A cura del Coordinamento regionale Sna Veneto

Leggi tutto...

XVIII Assemblea Congressuale, appuntamento utile per capire il posizionamento dell’AAU rispetto alla rappresentanza generalista

MILANO - L’Associazione Agenti Unipol si appresta a celebrare la sua XVIII Assemblea Congressuale che si terrà a Genova dal 18 al 20 aprile prossimi. L’obiettivo esplicito è quello di accompagnare gli iscritti verso l’evoluzione professionale necessaria per rimanere protagonisti sul mercato, in una visione che oscilla tra il presidio dei social network e l’ampliamento del catalogo con l’inserimento di ogni servizio aggiuntivo che l’agenzia riesca ad offrire alla propria clientela come pratiche e bollo auto, ma anche contratti gas e luce, allo scopo di sfruttare le sinergie di marchio per aumentare la visibilità, acquisire nominativi, sviluppare contatti, creare opportunità.
“Si tratta di un appuntamento importante, che ci vedrà impegnati a delineare il percorso del nostro Gruppo nei prossimi anni” dichiara il Presidente uscente Enzo Sivori nel comunicato stampa diramato nei giorni scorsi, nel quale vengono enunciati i temi fondamentali sui quali si incentrerà il dibattito dei partecipanti, la cui attenzione sarà inevitabilmente concentrata sulla elezione dei nuovi organi dirigenti associativi. La gestione del Patto 2.0 siglato recentemente con la compagnia, l’impatto della IDD sulla vita delle agenzie, l’individuazione dei modelli agenziali sui quali declinare “la profonda riorganizzazione delle strutture distributive” e “l’evoluzione professionale indispensabile per rimanere protagonisti sul mercato”, come si legge nel comunicato stampa, saranno i principali argomenti al centro del confronto.
I congressisti saranno chiamati anche ad effettuare un cambio generazionale dei quadri dirigenti e a definire le strategie per il rilancio di Unico Sistema il consorzio di servizi che raggruppa circa 500 agenzie del Gruppo Unipol e Uniarea definito “il braccio operativo delle Associazioni e dei Gruppi agenti UnipolSai” che utilizza “strumenti utili a migliorare l’efficacia commerciale e l’efficienza gestionale” delle agenzie aderenti. Da nostro canto, rivolgiamo simbolicamente ai congressisti il quesito riguardante il posizionamento dell’AAU rispetto alla rappresentanza generalista, il Sindacato nazionale agenti, dopo la fuoriuscita rumorosa dal sodalizio minoritario. Una materia, quella del possibile rapporto sinergico tra negoziato aziendale di primo livello con la propria mandante e sindacale di secondo livello con l’industria assicurativa, che appassiona quanti abbiano a cuore il futuro della categoria.
Roberto Bianchi

Leggi tutto...

Il 10 aprile 2018 a Padova importante convegno organizzato dalle sezioni Provinciali e dal Coordinamento regionale Sna del Veneto

MILANO -  Le Sezioni Provinciali ed il Coordinamento Regionale Veneto hanno organizzato per martedì 10 aprile p.v. a Padova (presso l'Hotel Cowne Plaza in Via Po 197) una giornata di lavoro incentrata sul Ruolo dell’Agente di assicurazione alla luce del nuovo scenario normativo determinato dal recente Regolamento Privacy (Titolarità/Contitolarità dei dati), Recepimento IDD, MIFID ecc. La Tavola Rotonda, dal titolo “L’essenziale ruolo dell’Agente a tutela del consumatore in un contesto di disintermediazione – IDD 2018”, vedrà protagonisti fra gli altri Stella Aiello, Responsabile Distribuzione Assicurativa Ania, l'Avv. Paolo Martinello, Presidente Altroconsumo, il Prof. Pierpaolo Marano, Professore ordinario di diritto commerciale presso il Dipartimento studi giuridici dell’Università Cattolica Milano, Dario Piana, Presidente Comitato GAA Sna e Claudio Demozzi Presidente nazionale Sna. Seguirà il dibattito.
Nel pomeriggio i lavori proseguiranno con una Relazione sul tema "Programmazione, analisi e controllo di gestione Ente Bilaterale Ebisep", a cura della Vicepresidente Vicaria Sna, Elena Dragoni e da un intervento dell’Ing. Angelo Ottaviani in materia di Privacy, titolarità o contitolarità: Nuovo Regolamento Privacy 2018.
Ai partecipanti (al superamento del test di verifica finale) verranno riconosciute 3 ore formative, valide ai fini Ivass,
Chiuderà i lavori il Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi, che illustrerà le iniziative poste in essere dal Sindacato.
La Redazione

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700