Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700
REPERTORIO SINDACALE SNA
Menu
REPERTORIO SINDACALE SNA

REPERTORIO SINDACALE SNA

La famiglia SNA cresce: l’Assemblea del GR.A.A. Atradius delibera l’adesione al Sindacato. Massimiliano Marsili confermato presidente

MILANO - Un nuovo Gruppo Agenti si associa a SNA, dimostrando come i risultati ottenuti negli ultimi anni attraggano le rappresentanze aziendali che hanno a cuore gli interessi dei propri iscritti. Nei giorni scorsi l’assemblea generale degli agenti Atradius, svoltasi a Bologna, ha infatti deliberato di aderire alla rappresentanza largamente maggioritaria della categoria che di recente ha confermato alla presidenza Claudio Demozzi, giunto così al suo terzo mandato consecutivo.
Anche nel GR.A.A. Atradius si è trattato di una conferma delle cariche apicali composte dal Presidente nazionale Massimiliano Marsili di origini romane, anche se operante nelle due agenzie di Brescia e Bergamo e dai consiglieri Alberto Angelucci di Foligno, Roberto Lio di Catania, Emanuele Romani di Roma e Sergio Suran di Trieste. La novità consiste semmai nella nomina di due comitati, quello Credito la cui responsabilità è stata affidata a Elena Valeriani di Reggio Emilia coadiuvata da Franco Manfredi di Prato e Romani Minnini di Roma e quello Cauzioni il cui coordinamento è stato attribuito a Emanuele Romani con l’ausilio di Roberto Lio e Massimo Racca di Genova, che formeranno con la compagnia i tavoli di trattativa sui temi di maggiore rilevanza tecnica.
“La scelta del Gruppo di aderire allo Sna mi rende particolarmente felice” ha detto Alberto Angelucci “non soltanto perché apprezzo le qualità di coerenza, concretezza e passione dimostrate dal rieletto Presidente SNA, Claudio Demozzi. e perché io stesso svolgo nel Sindacato ruoli dirigenziali in sede provinciale e regionale, ma soprattutto in quanto ritengo che quella adottata dai congressisti di Bologna sia una decisione naturale, oltreché giusta, che va nella direzione di tutelare al meglio i nostri associati sul piano imprenditoriale e professionale. I risultati ottenuti dalle precedenti gestioni Demozzi - ha aggiunto Angelucci - hanno messo in luce la necessità di proseguire la linea politica del dialogo aperto con le controparti istituzionali, con le Autority e con il mondo politico, senza però alcuna concessione in tema di ideali e nella ferma difesa dei principi ispiratori del movimento sindacale degli agenti di assicurazione italiani”.
L’appuntamento degli agenti Atradius è aggiornato al 4 maggio a Palermo per la preparazione della rete agenziale al meeting con la mandante previsto per il giorno successivo.
Roberto Bianchi

Leggi tutto...

Prolungati gli orari di apertura degli uffici della sede di Milano del Sindacato Nazionale Agenti. Dal lunedì al venerdì fino alle 18:00

MILANO - Al fine di favorire i contatti con la struttura della sede SNA di Milano, il Sindacato comunica che, con decorrenza 1 febbraio, gli uffici del prolungheranno l'orario di apertura nelle giornate di venerdì.
I nuovi orari saranno i seguenti: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.30 alle ore 18.00.
La Redazione

Leggi tutto...

Continua a crescere il numero dei GAA accreditati SNA. E' la volta del Gruppo TUA PLU.RI. Soddisfazione del Presidente Nazionale, Claudio Demozzi

MILANO - Continua a crescere il numero dei Gruppi Aziendali Agenti accreditati in SNA. L'Esecutivo Nazionale del Sindacato, nella riunione del 4 ottobre scorso, ha ratificato il riconoscimento del Gruppo TUA PLU.RI. nell’ambito del Comitato dei Gruppi Aziendali. "Contro le previsioni dei soliti pessimisti e denigratori - ha affermato il Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi, a  margine della riunione - il novero dei GAA che si riconoscono in SNA aumenta. Non possiamo che esserne fieri. E' un segnale importante che ci rafforza come Sindacato e come Categoria".
La Redazione

Leggi tutto...

Cresce il numero dei Gruppi Aziendali accreditati SNA. Entra il GAA Cargeas. Demozzi: premiata la coerenza del Sindacato

MILANO - Si allunga la lista dei Gruppi Aziendali Agenti che richiedono l'accreditamento al Sindacato Nazionale Agenti. Dopo alcuni anni di flessione, e contrariamente alle previsioni di alcuni oppositori dell'attuale linea politica dello SNA, considerata intransigente e poco favorevole alla valorizzazione del ruolo dei Gruppi Agenti, dal 2012 (primo anno della presidenza Demozzi) ad oggi il numero dei GAA iscritti SNA è cresciuto sensibilmente anche grazie all'ingresso di Gruppi Aziendali che non sono mai stati iscritti, in passato, ad alcuna Rappresentanza nazionale. E' di queste ore l'adesione del GAA Caregeas.
L'ultima riunione del Comitato dei Presidenti di GAA in SNA, ad esempio, sotto l'abile regia del presidente  Dario Piana, viene indicata come una delle più partecipate e numerose della storia del Sindacato. Il Presidente Nazionale, Claudio Demozzi, si è detto soddisfatto per il generale apprezzamento che i vertici dei GAA accreditati negli ultimi anni hanno espresso a favore del Sindacato e della sua attuale linea politica "la fermezza della dirigenza SNA è stata più volte confusa o strumentalizzata come guerra ai Gruppi Agenti; non lo è mai stata! Fermezza vuol dire solamente coerenza e determinazione nel perseguire il programma sindacale approvato dal congresso e di questo andiamo orgogliosi, così come siamo fieri di essere nuovamente attrattivi anche per i Gruppi aziendali che perseguono gli interessi degli agenti".
La Redazione

Leggi tutto...

Formazione: editato il manuale "L'Agente di Assicurazione", opera fortemente voluta da SNA e curata dall'Avv. Nicola Tilli

MILANO - E' stato pubblicato da Maggioli Editore un interessante manuale per l’esame d’abilitazione, 
la formazione continua e l’aggiornamento professionale degli intermediari assicurativi. "L’agente di assicurazione" (724 pp., 46 euro), nasce dal confronto del team di Novastudia Milano con l’Esecutivo e la Commissione nazionale per la formazione del Sindacato Nazionale degli Agenti di Assicurazione; l'opera ha l’obiettivo di fornire agli intermediari assicurativi uno strumento utile dal punto di vista pratico-formativo e scientifico sia ad inizio di percorso (in preparazione all’esame), che nel pieno della loro attività.
Nicola Tilli è ideatore, curatore e co-autore dell’opera. Avvocato in Milano dal 1992, è Founding Partner del network di studi legali internazionalistici “Novastudia Professional Alliance”. Sin dal 1996 è autore di pubblicazioni giuridiche su riviste scientifiche di settore. Collaboratore negli ultimi venti anni con numerosi Atenei, è attualmente docente presso la Scuola di Specializzazione delle Professioni Forensi dell’Università di Urbino. All'avvocato Tilli abbiamo chiesto:
Qual è la necessità di un manuale sull’agente di assicurazione?
C’era una necessità di tipo più generale e una più specifica. Quella generale deriva comunque dal fatto che non c’e’ una grande letteratura in materia. Nel diritto delle assicurazioni abbiamo una manualistica di carattere generale e poche pubblicazioni che trattino le singole figure professionali presenti sul mercato. L’esigenza specifica deriva dalle risultanze degli ultimi esami di categoria laddove le basse percentuali di promozione lasciano intendere che ci si trova di fronte a un problema rilevante di approccio all’esame e/o di difficoltà nel recepire e assimilare gli argomenti della prova.
Può descriverci su cosa vi siete maggiormente soffermati?
Abbiamo, e dico abbiamo perché stiamo parlando di 13 qualificati coautori che io ho avuto il pregio di riunire e coordinare sui vari argomenti, evidenziato la metodologia di approccio necessaria per una prova a multiple choice, dato che il fattore tempo gioca un ruolo essenziale e che quindi occorre ottimizzare le risorse in virtù di tale fattore. Abbiamo anche evidenziato i temi oggetto d'esame da quelli non inclusi nel bando ma comunque necessari per l'esercizio della professione e quindi per l'aggiornamento professionale (ad esempio la privacy, le collaborazioni). Poi abbiamo elaborato dei questi originali (non ricavati dalle prove Ivass precedenti) per dare modo al lettore di sviluppare ulteriori ragionamenti (si tratta di ben 450 quesiti)".

Un sincero plauso all'iniziativa è arrivato da Tiziana Belotti, responsabile della Formazione in ambito SNA. "Ho sempre dato grande valore alla formazione - ci dice - ritenendola indispensabile e trasversale a tutta la nostra professione, compresa l'attività sindacale. L'avvocato Tilli mi è stato presentato Michele Languino, componente dell'EN del Sindacato. Personalmente ritenevo e ritengo ancora oggi indispensabile avere un manuale SNA a supporto della preparazione per l'esame Ivass, affinché gli studenti - oltre alle slides sintetiche - potessero avere l'opportunità di approfondire la materia post-corso in termini più esaustivi (ma al contempo pratici) per ottimizzare ed imprimere le informazioni ricevute in aula. Quando ho sottoposto l'idea all'avvocato Tilli, quest'ultimo ha condiviso immediatamente il mio entusiasmo. E' nato così questo manuale, strumento utilissimo non solo per la preparazione all'esame Ivass, ma anche per l'aggiornamento di tutti gli intermediari. Lo stesso Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi, ha condiviso l'iniziativa ed apprezzato l'opera".
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...

A regime l'attività dell'Ebisep: Cassa malattia, Formazione e Servizi web. Intervista alla Presidente, Elena Dragoni

MILANO - Dopo la straordinaria diffusione del CCNL dei dipendenti di agenzia sottoscritto dal Sindacato Nazionale Agenti nel 2014, che risulta ormai applicato dalla quasi totalità degli agenti di assicurazione italiani, è andata a regime anche l'attività dell'Ebisep, l'ente bilaterale previsto dal contratto, che ha il compito di monitorare il settore e svolgere attività di studio e statistica, progettare interventi di formazione anche in accordo con i Fondi interprofessionali e gestire pariteticamente la Cassa Lavoratori Agenziali, un istituto, quest'ultimo, che gli agenti di assicurazione attendevano da decenni e che, con la svolta costituita dal nuovo CCNL è finalmente stato possibile realizzare.
Ne parliamo con Elena Dragoni, Presidente dell'Ente bilaterale Ebisep e Vice presidente vicario del Sindacato Nazionale Agenti.
Finalmente gli agenti possono contare su un Ente bilaterale davvero operativo. Ci voleva un nuovo contratto di lavoro perchè ciò potesse accadere
Gli enti bilaterali sono previsti dai contratti collettivi di lavoro per svolgere funzioni molto importanti, utili ad attuare i contenuti del contratto stesso, con una serie di servizi che vanno dalla formazione alla cassa malattia, al monitoraggio delle dinamiche del settore. Sono enti paritetici e quindi la loro capacità di funzionare a dovere dipende in ugual misura dalle rappresentanze dei lavoratori e da quelle dei datori di lavoro. SNA, Fesica/Confsal e Confsal/Fisals hanno fatto ogni sforzo per far funzionare fin da subito l'Ebisep e se, in passato, quando vigeva un altro CCNL stipulato con i Sindacati Confederali, ci sono stati dei problemi ad attivare i servizi - per esempio la cassa malattia - ciò è dipeso dalla scarsa volontà di quegli interlocutori e, probabilmente da quella di alcuni rappresentanti di associazioni datoriali diverse da SNA. Noi abbiamo dimostrato fin da subito che si tratta di obiettivi realizzabili.

La cassa malattia dei dipendenti delle agenzie è una realtà. La formula prescelta dall'Ebisep è quella di una polizza di assicurazione stipulata con la Nobis Assicurazioni. Come funziona?
L'attivazione della Cassa Lavoratori Agenziali è stata pressoché immediata ed il funzionamento è molto semplice: la polizza prevede, in caso di assenza del lavoratore per malattia, la corresponsione all'agente di un indennizzo nella misura dell'80% del costo aziendale giornaliero del lavoratore, costituito dalla somma della retribuzione e dei contributi Inps. L'indennizzo è dovuto per assenze superiori ai tre giorni e viene pagato, a norma di contratto, entro i trenta giorni successivi alla consegna della documentazione richiesta dalla compagnia assicuratrice. Ci sono anche delle prestazioni a favore dei dipendenti, che prevedono il rimborso delle spese sostenute per ricovero e cure fisioterapiche sostenute in caso di infortunio sul lavoro o in itinere che comporti assenza dal lavoro. Dare tranquillità economica agli Agenti in caso di assenza per malattia, magari prolungata, del lavoratore contribuisce a dare tranquillità ai lavoratori agenziali ed alle loro famiglie. In passato, evidentemente, le vecchie sigle sindacali dei lavoratori Fisac/Cgil, First/Cisl e Uilca/UIL non avevano compreso fino in fondo quanto fosse importante questo aspetto nel rapporto tra Agenti-datori di lavoro e personale agenziale.

Quali altri progetti sono in cantiere all'Ebisep?
In dirittura d'arrivo c'è il "Progetto apprendistato". E' un servizio collegato all'inserimento nelle agenzie degli apprendisti, secondo quanto previsto dal CCNL in attuazione del DLgs 167/2011 sull'apprendistato professionalizzante. E' previsto l'accesso completamente gratuito ad una piattaforma e-learning per la formazione professionale on line degli apprendisti, che potranno in questo modo maturare i requisiti previsti dal Codice delle Assicurazioni per i dipendenti delle agenzie, in modo pratico e soprattutto adeguato a chi si appresta ad entrare in questo settore lavorativo. Inoltre, se ritenuto opportuno dal datore di lavoro, potranno essere iscritti alla sezione E del RUI.
C'è poi l'area della formazione finanziata, che sarà possibile realizzare attraverso il Fondo Fonarcom, presso il quale è stato recentemente istituito uno specifico "Conto di rete SNA" nel quale confluiranno i contributi degli agenti, oggi versati all'Inps, che saranno destinati a progetti specifici di formazione dei loro dipendenti.
Ma c'è dell'altro: sono in via di definizione alcune convenzioni a favore dei dipendenti e dei datori di lavoro e sarà a breve attivata una serie di ulteriori servizi fruibili on line. Finalmente anche il nostro settore può contare su un Ente Bilaterale dinamico, produttivo e vicino alle necessità dei lavoratori agenziali, tutti i lavoratori agenziali, cioè agenti e personale dipendente. Finalmente, grazie a SNA, Fesica/Confsal e Confsal/Fisals, sembra superata la logica della contrapposizione ad ogni costo, che ha bloccato l’operatività dell’Ente bilaterale di settore per quasi dieci anni.

L'Ebisep intende dunque attivare un proprio portale su Internet?
Abbiamo già in rete un sito - www.ebisep.it - che contiene le informazioni e i documenti essenziali, quali il CCNL e le circolari più importanti. A breve sarà arricchito da interessanti servizi e funzioni. Ad esempio, con la realizzazione del database completo delle agenzie che applicano il CCNL e dei loro dipendenti, sarà possibile, in un'area riservata, inserire direttamente on line le richieste di attivazione delle prestazioni della cassa malattia e trasmettere la relativa documentazione. Vorremmo che il sito diventasse uno strumento utile, facile da usare, fortemente interattivo e comunicativo. Insomma, contiamo sul fatto che in breve tempo il portale di Ebisep possa costituire un punto di riferimento per tutte le agenzie ed i loro dipendenti i cui rapporti di lavoro sono regolati dal CCNL SNA-Confsal 2014.

Che messaggio vorrebbe lanciare il presidente dell'Ente Bilaterale Ebisep alle aziende-agenzie ed ai loro dipendenti?
C'è una consapevolezza condivisa tra le rappresentanze firmatarie del CCNL SNA-Confsal 2014 ed è quella del grande valore rappresentato dalle risorse che operano presso le agenzie: lavoratori che meritano una tutela e un rispetto che si concretizzano in un contratto di lavoro come quello sottoscritto da SNA, CPMI, Fesica/Confsal e Confsal/Fisals, concepito nell'interesse reciproco di lavoratori e datori di lavoro anche con riguardo alle necessità di questi ultimi di garantire la sostenibilità delle proprie imprese. L’invito che mi sento di rivolgere a tutti i soggetti interessati è di guardare con fiducia a questo innovativo contratto ed alle opportunità che esso offre. Credo sia importante, inoltre, tenere in considerazione che anche grazie al CCNL SNA 2014 il settore ha potuto mantenere i livelli occupazionali sostanzialmente stabili e che l’innovativo impianto normativo permette una gestione un po’ più dinamica, più flessibile, dell’orario di lavoro e delle mansioni, con guadagni possibili in termini di efficienza agenziale, che si possono ripercuotere positivamente su tutti i lavoratori agenziali.
Mario Alberti

Leggi tutto...

Fonarcom approva il progetto SNA per la formazione finanziata. Libutti: risultato del Sindacato dopo il nuovo CCNL SNA 2014

MILANO - Ancora un importante risultato messo a segno da SNA per i servizi agli agenti. Il Fondo FONARCOM (www.fonarcom.it) ha approvato il progetto formativo nazionale predisposto dal Sindacato.
FONARCOM è uno dei fondi paritetici professionali per la formazione continua ai quali le aziende possono accedere per la formazione lavorativa e l’aggiornamento dei propri dipendenti. Com'è noto, i fondi interprofessionali  sono alimentati dai contributi che le stesse aziende destinano a quello prescelto, senza aggravio di costi, in quanto si tratta di stornare una quota di contributo che, altrimenti, sarebbe comunque versata all'Inps.
Al Sindacato sarà dunque riservato il “conto di rete SNA”, sul quale confluiranno i contributi versati dagli agenti. Le somme che alimentano il Fondo saranno rese disponibili per iniziative formative, anche regionali e provinciali, promosse da Sna. Potremo finalmente erogare, tramite le Sezioni Provinciali ed i Coordinamenti Regionali, formazione finanziata dal Fondo Interprofessionale di riferimento FONARCOM.
Francesco Libutti, componente dell’Esecutivo Nazionale SNA con delega al CCNL, ha tenuto a precisare che “questo ulteriore risultato fa parte dei servizi che ci eravamo impegnati a mettere a disposizione degli agenti dopo la sottoscrizione del nuovo CCNL SNA/Fesica-Confsal 2014, contratto di lavoro di riferimento del settore applicato a decine di migliaia di lavoratori in tutta Italia”. Il primo passaggio sarà quello di destinare a FONARCOM le quote di contributi eventualmente già versate dagli agenti ad altri fondi interprofessionali.
Questo ed altri aspetti saranno oggetto di prossime comunicazioni che il Sindacato invierà agli agli Iscritti.
La Redazione

Leggi tutto...

Avvio operativo della Convenzione SNA-Co.Ri.De. Tanti servizi innovativi in favore degli iscritti al Sindacato

MILANO - La convenzione SNA-Co.Ri.De. per i servizi di amministrazione contabile e del personale è giunta all'avvio operativo. Con una circolare agli iscritti al Sindacato, SNAS Srl (società di servizi del Sindacato stesso) ha inviato il fac-simile del contratto che gli interessati dovranno completare con i propri dati e inviare alla Co.Ri.De. per l'attivazione dei servizi (che potranno decorrere dal 1° gennaio 2016).
Co.Ri.De. è una realtà storica nel settore dei servizi alle imprese. Fondata bel 1930 in forma di società cooperatva per affrontare  con la forza dell'unione i problemi di inserimento delle piccole attività produttive nel tessuto commerciale del governatorato di Roma, Co.Ri.De è oggi una importante azienda nel settore dei servizi alle imprese, con il dichiarato obiettivo di volersi porre al servizio di tutte le imprese, "piccole, medie e grandi, quelle che Co.Ri.De. rappresenta, sostiene e accompagna in un percorso di innovazione, crescita e sviluppo".
Oltre ai servizi per l'amministrazione del personale (cedolini paga, mod. 770, assunzioni, cessazioni ed altro ancora), per le quali ha riservato agli iscritti SNA delle condizioni assolutamente convenienti, Co.Ri.De. offre una vasta gamma di servizi nell'ambito della consulenza aziendale, prevedendo anche per questi delle interessanti opportunità per gli iscritti al Sindacato Nazionale Agenti.
Nel filmato sottostante la presentazione della convenzione e della Co.Ri.De. con un breve commento del Presidente Franco Gioacchini.
Mario Alberti

Leggi tutto...

Approvata dal 48* Congresso Nazionale SNA la modifica statutaria (art. 16) riguardante i Gruppi Aziendali

MILANO - Via libera da parte dei partecipanti al Congresso Nazionale SNA (seduta di venerdì 20 novembre, ndr) alla modifica dello Statuto associativo. Questo il nuovo art. 16: "I Gruppi Aziendali riuniscono gli agenti operanti per una o più imprese di assicurazione.
Il Gruppo Aziendale che desidera avere il riconoscimento da parte del Sindacato deve trasmettere all'Esecutivo Nazionale il proprio statuto e l'elenco degli Agenti che hanno dato loro adesione.
Il riconoscimento di un nuovo Gruppo Aziendale avviene qualora:
- almeno il 25% degli agenti aderenti ai Gruppo Aziendale siano iscritti al Sindacato;
- lo Statuto del Gruppo Aziendale non contenga norme contrastanti con lo Statuto SNA.
Il riconoscimento viene revocato al venir meno di una delle due condizioni necessarie per il riconoscimento e comunque in tutti i casi in cui il Gruppo Aziendale compia atti in grave contrasto con le delibere/direttive del Sindacato.
Il Gruppo Aziendale deve comunicare all'Esecutivo Nazionale per la verifica e ratifica ogni proposta di Accordo Integrativo prima della sua approvazione, e trasmettere successivamente il testo dell'Accordo approvato.
Il Gruppo Aziendale deve altresì comunicare annualmente al Sindacato l'elenco nominativo dei propri iscritti, ed eventuali modifiche statutarie intervenute.
L'iscritto al Sindacato Nazionale Agenti può aderire a più Gruppi Aziendali ma può rivestire la carica di Presidente in un solo Gruppo.
E' prevista una quota di accreditamento da versare da parte del Gruppo Aziendale, la cui misura è stabilita dall'Esecutivo Nazionale, per le attività che il Gruppo Aziendale dovesse chiedere al Sindacato".
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...

Straordinaria atmosfera nell'incontro in Piazza San Pietro fra gli iscritti SNA e Papa Francesco. Cronaca e video dell'evento

MILANO - Gli iscritti SNA hanno aderito a centinaia all’iniziativa tutta incentrata sull’impegno sociale organizzata ieri (11 novembre, ndr) da Snas, società di servizi del Sindacato Nazionale Agenti. I colleghi, in molti casi accompagnati dalle loro famiglie (moltissimi i bambini presenti), sono convenuti la mattina presto in Piazza San Pietro per assistere alla settimanale udienza papale. La leggera nebbia mattutina si è presto diradata, lasciando spazio ad una magnifica giornata di sole, quasi primaverile.
Riconoscibilissimi tra la folla, grazie alla sciarpa giallo oro distribuita da Paolo Soravia e Carla Arcangeli, i componenti del “Gruppo SNA” hanno ascoltato le parole del Papa sull’importanza della convivialità intesa sia come momento di incontro all’interno del nucleo familiare sia come capacità e disponibilità all’accoglienza e all’inclusione dell’altro. Il Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi, ed la Vice presidente vicario Elena Dragoni erano presenti a nome di tutto l’Esecutivo Nazionale e di tutti coloro che – pur desiderandolo – non hanno avuto modo di intervenire all’evento.
Demozzi, a fine udienza, ha potuto incontrare personalmente il Pontefice portandogli l’affettuoso saluto degli oltre settemila associati SNA.
Dopo il pranzo, organizzato per tutti in un locale nelle vicinanze di San Pietro, si è tenuta la conferenza stampa presso la Sala Stampa vaticana. Sebbene la maggior parte della compagnia si fosse sciolta, sono comunque stati numerosi i colleghi che hanno assistito al momento che rappresentava il cuore vero e proprio della giornata organizzata da SNA e Snas che hanno scelto di proporsi quali “assicuratori dell’impegno sociale”.
In quanto portavoce del Vaticano, Padre Federico Lombardi ha brevemente tratteggiato le principali linee cui si ispira l’attività dell’attuale Pontefice, che è stato capace di far passare con un linguaggio semplice e chiaro il principio dell’accoglienza cristiana e del perdono per tutti. Cordiale e disponibile, ha voluto soddisfare qualche comprensibile curiosità espressa dai presenti sulla vita quotidiana di Papa Francesco. Dalle sue parole è emerso il ritratto di una persona estremamente attiva, la cui giornata – molto piena ed intensa – inizia prima dell’alba e termina subito dopo cena. “Fortunatamente, il Papa ha il dono di poter dormire molto bene, e questo lo mette in grado di far fronte a tutti gli impegni – ha raccontato Padre Lombardi, il quale ha scherzosamente aggiunto – Siccome è un buon cristiano, Papa Francesco dedica molto tempo alla preghiera ed agli esercizi spirituali”. Il Pontefice riserva spesso l’ultima parte della giornata al contatto “non ufficiale” con le persone, allorché risponde alle lettere che riceve da tanti fedeli o fa quelle telefonate che lo hanno reso particolarmente famoso proprio all’inizio del pontificato.
La conferenza stampa è stata poi coordinata da Padre Ciro Benedettini, vice direttore della Sala Stampa vaticana, coadiuvato da Maria Bruccoleri, che ha introdotto e commentato tutti gli interventi. Particolarmente toccante il contributo di Tom Isaacs, professore di Cambridge affetto dal morbo di Parkinson sin dall’età di ventisei anni; fondatore, con altri ammalati, dell’organizzazione internazionale “Cure Parkinson”, spende molto del suo tempo in un’opera di sensibilizzazione affinché i governi si attivino per la ricerca di una cura per la malattia rispetto alla quale tutt’oggi la medicina non ha saputo fare progressi significativi. “Spero che presto ogni ammalato possa dire: io avevo il Parkinson”, ha concluso Isaac fra gli applausi.
Francesco De Bon per “Insieme si può” ha raccontato in quale maniera l’Associazione bellunese si impegna nel Sud del mondo. Le attività di Abc Associazione Bambini Cambogiani – la Onlus fortemente sostenuta da Vittorio Zenith, scomparso ma ancora presente nel ricordo di tutti i colleghi – sono state spiegate da Mario Brovelli, da Beatrice Panetto e da Elena Dragoni.
Chrisen Vasile, sacerdote rumeno ortodosso, ha creato in Romania un’istituzione per la cura dei bambini abbandonati.
Vittorio Micheli, sessantatreesimo caso di guarigione miracolosa ufficialmente riconosciuto dalla Chiesa Cattolica, ha raccontato come dalla prognosi terribile di sarcoma osseo che non gli lasciava scampo sia – all’epoca ventiduenne – inspiegabilmente, improvvisamente e  completamente guarito durante un viaggio a Lourdes. La sua testimonianza è stata supportata dal prof. Mario Botta, membro del Comitato Medico Internazionale di Lourdes, che ha seguito da vicino il caso.
Il Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi, nel suo intervento, ha sottolineato l'orientamento solidaristico del Sindacato Nazionale Agenti e la sensibilità al tema dell'aiuto reciproco e del sostegno e della tutela dei più deboli. Per l’organizzazione e la magnifica riuscita della giornata, i ringraziamenti vanno al Presidente Snas, Paolo Soravia – attivamente impegnato in Unitalsi – al collega Pierluigi Ponzoni, che tanto si è adoperato, a tutti i relatori intervenuti e, naturalmente, ai colleghi che hanno partecipato.
Alessandra Schofield

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700