Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700
MERCATO
Menu
MERCATO

MERCATO

Crisi economica, iniziativa meritoria di Reale Mutua Assicurazioni a favore di mille famiglie che versano in gravi difficoltà

MILANO - In un contesto di crescente difficoltà indotta dal perdurare della pandemia, la compagnia Reale Mutua Assicurazioni, in partnership con Lavazza e Fondazione Vodafone e in collaborazione con la Fondazione La Stampa Specchio dei tempi, ha dato vita all’iniziativa denominata “A Cena con Solidarietà” rivolto a 1.000 famiglie in grave difficoltà, 400 delle quali residenti nelle città di Torino, 400 a Milano e 200 a Udine.
Alle famiglie prescelte in dipendenza del maggior numero di componenti e della situazione economica di particolare indigenza, saranno offerte tre cene ogni settimana, per cinque settimane successive, cucinate, confezionate e consegnate a domicilio dai ristoranti che hanno aderito all’iniziativa, in quanto già attivi sul fronte della sostenibilità con attività dedicate all’inclusione socio-economica delle categorie più fragili, alla valorizzazione delle diversità, alla formazione di giovani in situazioni difficili.
“Insieme siamo più forti - ha dichiarato Luca Filippone, Direttore Generale di Reale Mutua- un concetto integrato nel principio di mutualità, che la pandemia ha riaffermato e che non dimentichiamo perché è la base di qualsiasi strategia di sviluppo sostenibile e inclusivo”.
Roberto Bianchi

Leggi tutto...

L'Authority apre un'istruttoria nei confronti di Rbm Salute e di Previmedical. La Guardia di Finanza negli uffici delle due società

MILANO - L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha annunciato l'avvio di un'istruttoria per presunte pratiche commerciali scorrette nei confronti della compagnia Rbm Salute specializzata in polizze sanitarie e - come si ricorderà - acquisita quest'anno da Intesa Sanpaolo. La seconda impresa è Previmedical, società che gestisce servizi di sanità integrata.
Secondo quanto si legge nella nota ufficiale dell'Antitrust, nelle ultime settimane sarebbero giunte migliaia di rimostranze. Da qui le verifiche ispettive del Nucleo Speciale della Guardia di Finanza, iniziate proprio lo scorso 25 novembre. L'accusa sarebbe quella di aver "svolto una pratica commerciale aggressiva, consistente in condotte e omissioni volte a ostacolare l’esercizio dei diritti che derivano dal rapporto contrattuale, inducendo i consumatori/assicurati a rinunciare alle prestazioni economiche e assistenziali cui avrebbero diritto". In sostanza, gli assicurati “si sarebbero trovati a fronteggiare richieste di documentazione probatoria eccessiva, ritardi nel rilascio delle autorizzazioni alle prestazioni dirette o ritiro dell’autorizzazione già rilasciata, difficoltà/impossibilità di accedere ai call center delle società per chiedere informazioni, la mancata erogazione di rimborsi senza apparente motivazione o sulla base di motivazioni pretestuose, valutazioni sulla congruità delle prescrizioni rilasciate dai medici ai consumatori, inadeguatezza e scarsa trasparenza nella gestione dei reclami".
Ma c'è di più. Secondo l'Authority, Rbm avrebbe diffuso "a mezzo stampa il messaggio pubblicitario 'Polizza stop liste di attesa di Rbm' nel quale" il prodotto "verrebbe prospettato, contrariamente al vero, come soluzione per chi è 'stufo dei tempi del Servizio Sanitario Nazionale'. Una condotta che, se verificata, violerebbe gli articoli 20, comma 2, 21 e 22, del Codice del Consumo".
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...

Ubi Banca acquisisce l'80% di Aviva Vita per 400 mln/€. Passaggio per l'integrazione della banca lombarda in Intesa Sanpaolo

MILANO - Ubi Banca ha annunciato di aver raggiunto l'intesa con Aviva Italia Holding e Aviva Italia per l’acquisizione dell’80% posseduta dalle due società nella joint venture Aviva Vita. Il prezzo della transazione è stato fissato in 400 milioni di euro. L'operazione, come noto, rientra nel più ampio progetto che punta alla distribuzione anticipata, nella rete di filiali UBI Banca, dei prodotti assicurativi di Intesa Sanpaolo Vita. Si tratta, in buona sostanza, dell'avvio del processo d’integrazione di UBI Banca in Intesa Sanpaolo.
Dando uno sguardo ai numeri di bilancio, Aviva Vita al 30 settembre 2020 registrava premi lordi per 1.313 milioni di euro e un utile netto pari a 37,1 milioni di euro.
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...

Effetto Covid, il Gruppo Credit Agricole rimborsa in conto corrente il 10% dei premi Rcauto al momento del rinnovo

MILANO - Il Gruppo Credit Agricole segue le orme di Cattolica “Con noi un mese ha 30 giorni in più”, UnipolSai “Un mese per te” e delle altre compagnie che offrono sconti al rinnovo delle polizze auto e moto riconoscendo ai propri clienti il 10% di cashback calcolato sulla componente Rc del contratto, purché esente da sinistri negli ultimi due anni.
Ivass e Ania avevano peraltro “…stimolato l’intero settore ad agire per supportare il mercato e tutelare i consumatori”, si legge nel comunicato diramato alla stampa nei giorni scorsi.
“Crédit Agricole Assicurazioni e Crédit Agricole Italia hanno deciso – prosegue la nota - di aggiungere alle misure di sospensione, proroga e dilazione dei pagamenti già attuate durante il primo lockdown nella scorsa primavera, un vero e proprio rimborso in conto corrente per i propri clienti. Per riceverlo è sufficiente rinnovare la polizza Protezione Guida fino al prossimo 13 settembre 2021”.
Gianluca Bisognani, Responsabile Direzione Marketing e Digital, aggiunge che “il Gruppo Crédit Agricole vuole continuare a essere vicino ai propri clienti, in modo concreto nelle esigenze di tutti i giorni, oggi nei rimborsi delle polizze Auto come ha già fatto per migliaia di clienti con la sospensione delle rate dei mutui o dei prestiti a tasso zero per gli studenti”.
Roberto Bianchi

Leggi tutto...

La crisi economica morde, sciopero dei benzinai in autostrada dal 27 novembre. La categoria chiede significativi ristori economici al Governo

MILANO - I sindacati di categoria dei gestori delle pompe di carburanti hanno annunciato al Governo la sospensione dal 27 novembre prossimo delle aperture notturne dei distributori in autostrada mentre, dalla settimana seguente, è stato proclamato lo sciopero degli addetti anche di giorno. Sul tavolo la drastica riduzione delle vendite a fronte del mantenimento dei costi fissi. "Della prossima settimana - scrivono Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio - i gestori non saranno più in grado di garantire l'apertura degli impianti, con continuità e regolarità".
La richiesta urgente - anche per i benzinai - è dunque quella di ristori economici significativi per la categoria.
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...

HDI Assicurazioni acquisisce business danni di Amissima. Demozzi (Sna): Il mercato assicurativo in Italia si concentra ulteriormente

MILANO - Sono confermate le voci dell’acquisizione da parte di HDI Assicurazioni del 100% del pacchetto azionario di Amissima Assicurazioni. Si tratta del solo business danni, del valore di circa 300 milioni di euro. L’operazione – si legge in una nota – rientra nell’ambito della strategia di ampliamento della presenza del Gruppo Talanx in Italia, che opera nel nostro Paese, attraverso HDI Assicurazioni, già dal 1997. Con questa acquisizione, il Gruppo HDI Assicurazioni aumenta la raccolta premi Danni di circa 300 milioni di euro e raggiunge così una raccolta premi complessiva di circa 2 mld/€.
L’operazione di acquisizione è naturalmente subordinata all’ottenimento dell’autorizzazione da parte dell’Autorità di vigilanza.
“Il mercato assicurativo in Italia si concentra ulteriormente. Il numero delle imprese in attività - commenta il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi - continua a scendere, nonostante gli ottimi risultati che l’industria assicurativa riesce a realizzare. Per gli agenti e per la concorrenza queste operazioni di concentrazione hanno un impatto non sempre positivo. Del resto la Legge europea sulla concorrenza non pone limiti sufficientemente bassi alla quota di mercato rilevante. L’iper-concentrazione del mercato in atto, dovrebbe al contrario indurre i Governi ad intervenire contro l’oligopolio dominante in questo ed altri settori”.
La Redazione

Leggi tutto...

Nobis Filo Diretto cresce ed acquisisce il portafoglio di Darag Italia. Demozzi (Sna): Inizia un complesso periodo di confronto con la compagnia

MILANO - “A seguito della decisione del Gruppo Darag di concentrarsi sull'attività core di acquisizione e gestione di portafogli assicurativi in run-off, alcuni mesi fa è stata aperta una procedura per la raccolta di manifestazioni di interesse all'acquisizione del ramo d'azienda costituito dall'attività di sottoscrizione attiva di Darag Italia. Tale procedura si è chiusa nella serata di giovedì 15 ottobre 2020, con la firma del contratto preliminare di trasferimento del suddetto ramo d’azienda a Nobis Assicurazioni". Con il comunicato la compagnia Darag annuncia dunque ai propri agenti l’avvenuto accordo di cessione del portafoglio assicurativo italiano alla nota impresa assicuratrice Nobis Filo Diretto SpA.
La nota - doverosamente - informa altresì che “ai sensi di quanto previsto dalla normativa di settore, tale cessione è subordinata al parere favorevole di Ivass, all'esito della prescritta istruttoria prevista partire in novembre. Fino alla data in cui verrà perfezionato il trasferimento, vi confermo che l'attività assicurativa proseguirà come di consueto, con l'impegno a fornire ai clienti il miglior servizio".
Si apre ora, per gli agenti Darag e per la loro rappresentanza aziendale capitanata da Graziano Piagnarelli, un complesso periodo di confronto con la nuova proprietà ed al riguardo il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi ha già fatto sapere al presidente del Gruppo Agenti che “saremo al vostro fianco per gestire nel modo migliore possibile questo delicato passaggio di proprietà, a tutela di tutti gli agenti coinvolti”.
La Redazione

Leggi tutto...

Quella tentazione di distribuire online le polizze Rcauto, si chiama Autofit la convenzione della compagnia Bene Assicurazioni Spa

MILANO - Anche Bene Assicurazioni SpA, la compagnia di Andrea Sabia che dichiara di puntare sulla centralità degli agenti, ha recentemente ceduto alla tentazione della distribuzione online delle polizze Rcauto, accordandosi con i più noti broker del web, come Segugio.it. Sul sito di Bene Assicurazioni si legge: “Autofit è l'assicurazione auto online di Bene Assicurazioni dedicata ai veicoli a motore. Scegli il miglior livello di protezione per il tuo veicolo, per te e i tuoi passeggeri”.
Si tratta di un’apposita convenzione Rcauto che viene riservata ai clienti online. La convenzione AutoFit è distribuita dall’Agenzia FIT di Seregno esclusivamente attraverso il canale online con riguardo ai veicoli che soddisfino i criteri indicati nella convenzione stipulata con la stessa agenzia. L’agenzia FIT Srl Società Benefit si trova a Seregno e vede tra i delegati assicurativi Roberto Carlo Radice, Responsabile gestione rete Bene Assicurazioni S.p.A.
La Redazione

Leggi tutto...

Accordo dati clienti, dopo l'iniziativa di 80 agenti arriva la precisazione della compagnia Zurich Italia Assicurazioni

MILANO - Qualche giorno fa Snachannel ha dato notizia di un documento, sottoscritto da più di settanta agenti Zurich, con il quale il Gruppo Agenti (GAZ) veniva sollecitato a rimettere in discussione l'Accordo integrativo sui dati dei clienti, con particolare riferimento ad alcuni passaggi che erano stati evidenziati e criticati anche dal Sindacato nazionale agenti.
Non si è fatta attendere la precisazione della compagnia, pervenuta oggi a cura di Michele Colio, che è oggi head of retail distribution di Zurich Italia, dopo due anni di esperienza come country manager del gruppo vita della bavarese Fwu Ag, per cui aveva lasciato la compagnia svizzera a inizio 2018. Laureato in Economia e Commercio a Bergamo, il manager lavora da circa 20 anni nel mondo assicurativo: ha prestato la propria opera in Poste vita, Ras, Helvetia e Aviva. E' approdato in Zurich Italia nel giugno del 2015, come responsabile espansione capacità distributiva; è poi diventato direttore vendite, ruolo che ha mantenuto fino al trasferimento in Fwu.
Di seguito la precisazione: “In questi giorni siamo venuti a conoscenza della richiesta di supporto avanzata e sottoscritta da alcuni nostri Agenti indirizzata al Sindacato Nazionale. Credo sia innanzitutto doveroso ribadire come l’Accordo sia stato raggiunto lavorando con il GAZ con l’obiettivo di migliorare la qualità del servizio  e l’interazione con i Clienti,  valorizzando il ruolo dei nostri Agenti. Siamo certi di aver definito  un Accordo di qualità, presupposto indispensabile per rafforzare tutte le opportunità di sviluppo della nostra Rete. Ciò detto siamo sempre stati e sempre saremo disponibili al confronto, consapevoli della eccezionalità e complessità del mercato. La nostra volontà è stata sempre quella di ascoltare i nostri Agenti, confrontarci con loro e con i loro rappresentanti per condividere e, laddove possibile, migliorare i contenuti dell'Accordo. I fatti dimostrano come a partire dall’inizio dell’emergenza sanitaria abbiamo definito una serie di azioni concrete ed investimenti mirati a sostenere tutta la nostra rete agenziale, nessuno escluso,  a superare un momento di particolare difficoltà. Questo è lo spirito che ci ha animato in passato e ci continuerà ad animare per continuare sempre a trovare soluzioni".
Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi, astenendosi dal commentare quanto comunicato dall'impresa, si è limitato a ribadire che "Sna è pronto a supportare il Gruppo Aziendale Agenti nell'auspicato nuovo confronto con la compagnia, finalizzato a rinegoziare i passaggi critici dell'Accordo-dati, che dovranno essere riformulati a garanzia dei diritti degli agenti. Non abbiamo ragione di dubitare sulle parole di Colio, che abbiamo sempre apprezzato per serietà e lealtà nello svolgimento del proprio ruolo, ma ora tocca al GAZ pretendere di rimuovere, rimodulare i passaggi critici dell'Accordo, per il bene della categoria agenziale".
La Redazione

Leggi tutto...

Ivass, indagine fra le compagnie di assicurazione per verificare le iniziative in favore della clientela dopo il primo lockdown

MILANO - Nel giorno in cui il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte non ha potuto negare il rischio di un secondo lockdown nazionale, l'Ivass ha diffuso una nota ufficiale per informare che è stata avviata una rilevazione fra le compagnie di assicurazione per determinare le iniziative assunte da queste ultime nei confronti della clientela. "Durante il periodo di lockdown - scrive l'Istituto di Vigilanza - gli assicurati hanno subito limitazioni nell’utilizzo dei propri veicoli a causa delle restrizioni agli spostamenti disposte dal DPCM dell’11 marzo 2020; ne è seguita una riduzione della circolazione che ha significativamente ridotto la frequenza dei sinistri stradali. Alcune compagnie di assicurazione hanno già assunto negli scorsi mesi iniziative a favore degli assicurati per trasferire loro parte dei risparmi conseguenti alla minore sinistrosità.
L'Ivass - prosegue la nota - intende svolgere un’indagine più strutturata per conoscere tali iniziative, adottate sia durante il lockdown che successivamente, al fine di valutarne la natura e l’ampiezza e misurarne i vantaggi economici per gli assicurati. Si chiede pertanto alle imprese italiane, alle rappresentanze di Stati terzi e alle 4 principali imprese estere, operanti nel ramo Rcauto, di compilare e trasmettere, entro il 30 novembre p.v. un apposito questionario", composto da due gruppi di domande.
Nella prima parte dell'indagine l'Ivass vuol conoscere quali attività sono state già poste in essere dalle imprese a beneficio degli assicurati Rcauto, con particolare riferimento a:
- i settori tariffari per i quali sono state avviate delle iniziative;
- la denominazione del prodotto/i interessato/i dall’iniziativa;
- l’esistenza di condizioni particolari per l’attivazione del beneficio;
- la tipologia di benefit;
- le modalità di attivazione;
- le adesioni degli assicurati all’iniziativa e il relativo numero di contratti;
- l’ammontare economico complessivo (effettivo o stimato) dell'iniziativa;
- i canali utilizzati per sponsorizzare l’iniziativa.
La seconda parte del questionario è invece indirizzata a conoscere eventuali iniziative future, presagendo forse già analoghe misure restrittive delle libertà da parte del Governo.
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700