Menu

Demozzi (Sna) agli agenti: "Non accettate i mandati capestro delle compagnie telefoniche". Sulla stessa linea di pensiero il Gruppo AUA del Presidente Sivori In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI CLAUDIO DEMOZZI

MILANO - “Gli ingaggi che ci vengono offerti dalle compagnie dirette e dagli intermediari stile Prima.it non hanno nulla a che vedere con i contratti agenziali, cioè con i mandati che ci riconoscono la qualifica di agente con tutti i diritti e le tutele che da questi derivano”. Inizia così l’accorato appello del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi, che si rivolge agli agenti italiani, tentati quotidianamente dalle offerte di Facile.it, Prima.it, Allianz Direct, Linear, Genertel. Si tratta di “aggregatori” e compagnie dirette, che propongono ingaggi commerciali che disconoscono la figura professionale dell’agente di assicurazione e prevedono la rinuncia, da parte dell’agente neo-procacciatore/segnalatore, ai diritti ed alle tutele previsti dall’Accordo Nazionale Agenti (A.N.A.) e dal Codice Civile in materia di agenzia.
“Poiché il numero dei colleghi che cadono nella trappola - continua il Presidente Demozzi - è in costante aumento e tale da mettere in pericolo la stabilità del sistema agenziale, il mantenimento dei principali diritti degli agenti, sollecitiamo un energico intervento da parte dei Gruppi Aziendali Agenti, soprattutto di quelli delle compagnie che possiedono una 'diretta'; queste compagnie aggirano l’A.N.A. favorendo la diffusione dei mandati anomali, dei contratti di segnalazione che proletarizzano la categoria”. In effetti, da alcuni anni le cosiddette compagnie-dirette stanno costituendo proprie reti sul territorio, rinnegando il progetto industriale che le aveva viste costituire l’alternativa agli agenti tradizionali. Progetto industriale che evidentemente è fallito. “L’assurdo è che sono proprio i colleghi agenti a ridare ossigeno a queste imprese, accettando di sminuirsi a semplici procacciatori delle 'telefoniche' anche a costo di rinunciare alle tutele ed ai loro diritti”, esclama il Presidente Sna.
Tra i GAA che si sono dimostrati sensibili al tema, si distingue l’AUA (UnipolSai) che con una circolare dello scorso anno, pur consapevole che “tutti noi stiamo attraversando un periodo molto complesso non soltanto per gli aspetti pandemici, ma anche dal punto di vista della tenuta dei nostri portafogli agenziali” dà atto che “in non pochi casi la prima concorrenza proviene dalle compagnie dirette, compresa quella online del nostro Gruppo; la clientela, attratta da pubblicità e mailing incentrati quasi unicamente sul prezzo, spesso sottovaluta l’importanza di ricevere puntuale consulenza anche in ambito auto”.
L’AUA dell’attuale Presidente Enzo Sivori, avverte che “l’Associazione è venuta a conoscenza che i colleghi hanno cominciato a sottoscrivere mandati, o stipulare accordi di collaborazione, con compagnie dirette. Questa tendenza desta una fortissima preoccupazione, poiché sono evidenti gli elementi critici di mandati/accordi di tale tipologia e, come sottolineato da noi in diverse riunioni ed anche in un recente comunicato dal Presidente Sna, c’è il concreto rischio di trasformare la figura dell’agente da professionista a mero procacciatore d’affari, oltre a favorire di fatto il crollo del premio medio e la disintermediazione agenziale. Ricordiamo che i mandati delle compagnie dirette operano fuori accordo A.N.A. 2003, così come le collaborazioni orizzontali, e quindi non garantiscono gli specifici diritti e le tutele derivanti dal mandato di agenzia (cassa previdenza agenti, liquidazione, indennità di risoluzione, ecc.)”.
La circolare conclude tra l’altro che “alla luce di queste considerazioni, il Comitato dei Presidenti ritiene opportuno mantenere alta l’attenzione su questo fenomeno, invitando i colleghi a non sottoscrivere questa tipologia di mandati e accordi, anche per gli impatti che tali tipi di scelte potranno avere al momento della prossima discussione per il rinnovo dell’accordo integrativo, oltre che per non acuire le tensioni tariffarie sulle piazze in cui le nostre agenzie si trovano quotidianamente ad operare”.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700