Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700
NEWS DALL'ITALIA E DAL MONDO
Menu
NEWS DALL'ITALIA E DAL MONDO

NEWS DALL'ITALIA E DAL MONDO

Assicurazioni Vita e Sanitarie, oltre 13 mlm di euro all'anno il costo a carico del contribuente per le polizze in favore dei parlamentari italiani

ROMA - In un periodo di controlli sulla spesa pubblica, spicca l'ammontare delle polizze che lo Stato paga con beneficiari i parlamentari italiani. Per l'assicurazione sulla Vita l'onere a carico del contribuente parrebbe di circa un milione di euro all'anno. La Camera dei Deputati, ad esempio, attraverso una convenzione con due primarie Compagnie nazionali, garantirebbe ai familiari di un onorevole deceduto, un risarcimento fino a 500mila euro (258mila euro per le famiglie dei deputati con più di 66 anni e 516mila per le famiglie dei politici under 40). Ben più ricco il piatto per le polizze sanitarie integrative: 12 milioni di euro l'anno l'onere a carico del contribuente italiano. Previsto un rimborso totale a vantaggio del parlamentare (ma anche in favore dei propri conviventi e dei familiari) per ogni prestazione medica.
Mario Cibo

Leggi tutto...

Presto anche in Italia la comparazione delle polizze RcAuto tramite il motore di ricerca di Google

MILANO - Ecco davvero una brutta notizia per il mondo assicurativo tradizionale. Ha preso il via anche in Europa la comparazione delle polizze RcAuto tramite Google, il motore di ricerca più famoso del mondo. Dopo il debutto in Inghilterra, si passa ora alla Francia. Ben sette le Compagnie transalpine che hanno aderito all'iniziativa, tra cui Amaguiz (Groupama) e AllSecur, del gruppo Allianz. Il meccanismo è semplice: ogni volta che la richiesta di informazioni da parte di un potenziale cliente su Google si trasformerà in un contratto sottoscritto con l'assicuratore, quest'ultimo pagherà una commissione al sito. Secondo i piani del colosso americano, entro 12 mesi la soluzione web dovrebbe essere esportata anche in Germania e in Italia, con buona pace per chi si crogiola ancora nella speranza (o nell'illusione) che le Compagnie saranno sempre attente alle reti agenziali.
La Redazione

Leggi tutto...

Il carico impositivo sui premi di assicurazione. Anche l'ANIA conferma eccessi insostenibili

MILANO - Il carico impositivo sui premi di assicurazione in Italia si conferma, oramai da lungo tempo, tra i più elevati in Europa. Non sono soltanto gli agenti a denunciarlo, ma addirittura l'ANIA che ha pubblicato uno studio comparativo sulle aliquote applicate nei diversi Paesi dell'Unione Europea per i rami RcAuto, Incendio, RcGenerale e Merci trasportate. Ecco la sintesi della rilevazione.
RAMO RC AUTO: si è assistito, nel corso degli ultimi due anni, a un progressivo aumento dell’imposta sui premi secondo quanto deliberato a livello locale dalle singole Province italiane. In base ai dati della Direzione Federalismo Fiscale del Dipartimento delle Finanze, alla fine del mese di aprile 2013 soltanto nove Province italiane non avevano deliberato alcun aumento di aliquota e solo quattro avevano provveduto a ridurla. A fine dicembre 2012 l’imposta sui premi era pari a 15%; prima di ogni delibera era pari a 12,50%. Se a quest’ultimo valore si aggiungono gli oneri parafiscali pari al 10,5%, sui premi RcAuto si applica un’aliquota complessiva pari al 25,5%. Il confronto con la situazione dei singoli Paesi mostra una tassazione notevolmente più contenuta nel Regno Unito (6%), in Spagna (8,15%) e in Austria (11%). Un valore di poco superiore alla media si registra, di contro, in Germania e in Olanda (rispettivamente 19% e 21%), mentre in Francia l’aliquota complessiva ha superato il 34%.
RAMO INCENDIO: in questo caso l’aliquota italiana, pari al 22,25%, si mantiene su un livello nettamente più elevato rispetto a quello di Regno Unito (6%), Spagna (11,15%) e Austria (15%), anche se si conferma inferiore alle aliquote francese (30%) e finlandese (27%).
RAMO RC GENERALE: per questa fattispecie l’aliquota dell’imposta italiana risulta essere ancora una volta la più gravosa in Europa (22,25%) dopo quella finlandese (24%) e da anni è stabilmente superiore a quelle applicate da Germania (19%), Francia (9%), Spagna (6,15%) e Regno Unito (6%).
RAMO MERCI TRASPORTATE: non si riscontrano variazioni di fiscalità indiretta in Italia su tali premi. L'aliquota si attesta al 7,5% per le merci trasportate via acqua e via aria e al 12,5% per quelle trasportate via terra. I Paesi europei che presentano la tassazione più elevata sono la Finlandia (24%), la Germania (19%) e l’Austria (11%); il Regno Unito applica un’aliquota del 6%, mentre in Francia e nella maggior parte degli altri Paesi i premi sono esenti o tassati in misura molto contenuta.
La Redazione

Leggi tutto...

Fisco, arriva il "perdono" per i lievi ritardi e per gli errori formali. Ridotte le sanzioni agli "onesti"

ROMA - Arriva il "perdono" del Fisco nei confronti dei contribuenti italiani: solo sanzioni ridotte o addirittura azzerate sono previste a carico di chi commette piccoli errori e in buona fede. Per esempio, nel caso di errore nel calcolare lo 0,40 per cento in più dovuto per i pagamenti tardivi, non si dovrà più considerare la sanzione piena sull'intero importo. L'Agenzia delle Entrate prevede, inoltre, di abbandonare la procedura di recupero per i crediti erariali di importo inferiore ai 30 euro. Il tetto per il pignoramento delle abitazioni sale, infine, a 120 mila euro di somme dovute al Fisco.
La Redazione

Leggi tutto...

Dal 1* settembre al via l'operazione "Home Insurance". L'Ivass ha stabilito i termini dell'utilizzo del web

ROMA - Può sembrare un provvedimento utile ai consumatori, di certo è un segno dei tempi, una sorta di benedizione al distacco nel rapporto interpersonale fra assicuratore e fruitore del servizio. Tutto verrà delegato (o quasi) alla rete internet. E' stato infatti pubblicato dall'IVASS il Provvedimento recante Disposizioni in materia di gestione dei rapporti assicurativi via web (c.d. “home insurance”).
A partire dal 1* settembre 2013, i consumatori che stipulano una polizza assicurativa potranno chiedere l’attivazione, nel sito internet della loro impresa di assicurazione, di un’area riservata ad accesso protetto da cui consultare in tempo reale la propria posizione assicurativa, verificare le coperture in corso e le relative scadenze dei premi, conoscere il valore di riscatto della propria polizza vita o il valore delle prestazione nel caso di prodotti assicurativi a contenuto finanziario, consultare e scaricare l’attestazione sullo stato del rischio per la polizza r.c. auto e ricevere alcune comunicazioni periodiche da parte dell’assicuratore. Con tale Provvedimento l’IVASS delinea i contenuti delle aree riservate ai clienti e le modalità di accesso, dettando i principi di correttezza e trasparenza, e lasciando alle singole imprese la facoltà di mettere a disposizione dei clienti ulteriori funzioni migliorative quali, ad esempio, la facoltà di procedere on line al pagamento del premio assicurativo.
La Redazione

Leggi tutto...

Medici, slittano le polizze professionali obbligatorie. In Commissione i senatori rimandano la palla al Governo

ROMA - Il decreto legge 13 agosto 2011 n. 138, che prevede la copertura assicurativa obbligatoria per i professionisti italiani, slitterebbe di un altro anno per i medici.  In Commissione, infatti, si è fatta strada la teoria secondo la quale esisterebbero rilevanti problematiche applicative. La proroga è stata valutata anche in difesa dei medici più giovani che, non disponendo di redditi sufficienti per far fronte agli oneri connessi, avrebbero potuto incontrare un ostacolo all'esercizio della professione. Alcune Associazioni di categoria dei medici, in questi giorni, avevano chiesto alle principali Compagnie di assicurazione di formulare una proposta di convenzione, senza ricevere risposta. Attualmente nessuna Compagnia sembrerebbe disposta ad assicurare chirurghi plastici, ortopedici, ginecologi e medici disdettati. Dunque permarrebbero ancora difficoltà per molti professionisti a trovare una Compagnia assicurativa disposta a stipulare una polizza a costi ragionevoli. La Commissione Igiene e Sanità ha impegnato il Governo ad intervenire in modo organico, con opportuni provvedimenti, al fine di regolamentare la materia assicurativa dei sanitari.
La Redazione

Leggi tutto...

RcAuto, prosegue l'attacco mediatico agli Agenti: in estate arrivano gli sconti solo sulle polizze online

MILANO - Prosegue il duro attacco agli Agenti da parte dei grandi gruppi assicurativi e dei mezzi di informazione a questi ultimi collegati. Si sta intensificando, infatti, la campagna stampa tesa a delegittimare la professionalità a tutto vantaggio del cosiddetto "risparmio economico". Così, se da una parte l'Ivass rende noto come le polizze RcAuto siano salite fino a toccare aumenti del 12% (ad esempio, per le ragazze neo-patentate), dall'altra, al contempo, si fanno strada pseudo-inchieste giornalistiche che vorrebbero evidenziare i vantaggi dell'acquisto online delle polizze stesse.
Una manovra concentrica che soltanto gli addetti ai lavori possono comprendere fino in fondo: infatti, ai consumatori arriva forte il messaggio "costruito ad arte", secondo il quale l'agente di assicurazioni rappresenta il vero ostacolo alla contrazione degli oneri per la sottoscrizione di una polizza.
Ecco, alcune offerte di questi giorni: Genertel offrirebbe la formula Multiprotezione che garantirebbe un 10% di sconto sull'RcAuto; Genialloyd, fino al 31 dicembre 2013, offrirebbe una doppia promozione con il 12% di sconto sulle nuove polizze auto; Directline permetterebbe di stipulare una polizza direttamente online dopo aver calcolato il proprio preventivo, offrendo anche la possibilità di scegliere la modalità di pagamento che si preferisce; Zurich Connect prometterebbe un risparmio fino al 40%.
Mario Cibo

Leggi tutto...

Polizze Dormienti, riaperti i termini di rimborso (le domande entro il 13 settembre). In allegato i moduli necessari

ROMA - Il Ministero dello Sviluppo Economico, in virtù dei fondi provenienti dalle multe antitrust e destinati ad iniziative a favore dei consumatori, ha affidato a Consap la gestione delle domande di rimborso delle somme relative alle c.d. “Polizze Dormienti” affluite al fondo di cui all’art. 1, comma 343, della Legge 266/2005. Le domande di rimborso possono essere presentate entro e non oltre il 13 settembre 2013.
Gli intermediari sono tenuti al rilascio dell’attestazione di cui all’art. 1 del Dpr 22 giugno 2007, n. 116 (compagnie assicuratrici, banche, o altri soggetti che esercitano l’assicurazione sulla vita) conforme al modello Consap, in cui si attesti di aver trasferito il capitale assicurato al Fondo “rapporti dormienti” (indicando la data del versamento, l’importo e il numero del CRO); di aver rifiutato la prestazione assicurativa, opponendo l’intervenuta prescrizione, con contestuale impegno a non provvedervi in futuro; La data di scadenza della polizza; la data del decesso dell’assicurato.
Luigi Giorgetti

PER GLI UTENTI --> MODULO DI DOMANDA
PER GLI INTERMEDIARI --> MODULO DI ATTESTAZIONE DI DEVOLUZIONE SOMME AL FONDO

Leggi tutto...

Polizze Vita, un italiano su tre preferisce internet all'agente di assicurazioni

ROMA - Un italiano su tre preferisce affidarsi a internet per stipulare una polizza sulla vita. E' quanto emerso da uno studio statistico condotto dall'Agenzia Nielsen. Intervistati 1.000 interlocutori (fra i 30 e i 64 anni), interessati a stipulare polizze vita. Sorprendente come un terzo esprima un'ottima valutazione sull'utilizzo di internet come affidabile alternativa al classico contatto con l'agente assicuratore. Per l'esattezza il 32% degli intervistati ha testimoniato la propria fiducia verso il mondo del web. L'assicurazione stipulata online viene considerata più comoda, più economica, più rapida. Grande attenzione viene poi riservata ai forum ed ai social network attraverso i quali gli intervistati dicono di farsi una opinione sulla materia.
Mario Cibo

Leggi tutto...

Limite al contante? Anche il NCD (Sen. Vicari) chiede di rivedere la norma. E il Prof. Ranieri Razzante: non limitare il cash

ROMA - Si allunga la schiera di quanti chiedono a viva voce la modifica della normativa che limita a mille euro i pagamenti in contanti. Anche il NCD, in un comunicato della Senatrice Simona Vicari, conferma questa nuova linea di tendenza. “I limiti ai pagamenti in contanti - si legge nella nota - rappresentano un problema anche per il mondo delle assicurazioni. Infatti non si possono  pagare i premi delle polizze vita con contanti, mentre è possibile farlo per le polizze rami elementari, come quelle casa, infortuni ad esempio, ma solo se il loro importo lordo annuo non supera i 750 euro. Si tratta di limiti stringenti, che soprattutto nel caso delle polizze vita rappresentano un ostacolo notevole al loro utilizzo. Infatti, queste polizze - aggiunge la Senatrice Vicari - molto spesso sono semplicemente uno strumento per creare un capitale da destinare in futuro ai propri cari. Ed invece l'effetto è quello di frenare il ricorso a questa tipologia di assicurazione. Inoltre, a differenza delle polizze d'investimento quelle vita non rappresentano un rischio per eventuali forme di riciclaggio, e quindi questi margini al pagamento in contante suonano ancora di più come una stonatura. Perciò, dobbiamo rivedere la normativa che oggi impone limiti troppo stringenti e soffocanti alla circolazione dei contanti, e che rischiano di frenare la ripresa e la crescita in tutti i settori dell'economia".
Il Sindacato Nazionale Agenti ha sollecitato a più riprese il Governo perché si arrivi ad una revisione della normativa in tempi rapidi. "Le Autorità politiche e tecniche dovranno comprendere - ha affermato Claudio Demozzi, Presidente Nazionale SNA - perché gli agenti hanno contestato con forza e fin da subito la normativa antiriciclaggio laddove vieta il pagamento delle polizze assicurative in contanti; è assurdo impedire de facto il saldo dei premi con questa modalità, così come è incomprensibile l'utilità di limitare a 1.000 euro l'uso del contante per il pagamento delle altre tipologie di polizza". Autorevole posizione è quella del Prof. Ranieri Razzante, Docente di Legislazione Antiriciclaggio all'Università di Bologna. Una voce fuori dal coro del conformismo che sta pervadendo un po' tutti gli economisti.
Luigi Giorgetti

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700