Giovedì, 23, Mag, 8:07 PM

Social Network :


MILANO - Anche il 2024 inizia - come oramai da anni a questa parte - con il comunicato dell'Ivass che informa di aver ordinato la "cessazione dell’attività di intermediazione assicurativa esercitata tramite alcuni siti web (sette questa volta, ndr) che offrono abusivamente servizi assicurativi". A finire sotto la lente dell'Istituto di vigilanza i seguenti portali internet:
- infoconsulenzaprim.wixsite.com/consulenza-prima
- assicuratricedea.eu
- www.assiopera.com
- assistenzaonline.webnode.it
- business.google.com/v/assistenza-linear/015885016838640701934/69d1/_
- studiobrokerpoint.com
- animabroker.com
L'Ivass informa, inoltre,, di aver attivato le procedure di "oscuramento attraverso i provider che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l’oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni". Gli ordini di cessazione dell’attività abusiva tramite i sette siti sono pubblicati nella sezione “Difendiamoci dalle truffe” del sito dell’Ivass.
L'Istituto torna poi, come di consuetudine, a raccomandare la massima cautela nel "valutare offerte assicurative via Internet, telefono o messaggistica veloce (ad esempio, WhatsApp), soprattutto se relative a polizze Rcauto di durata temporanea". In particolare, l’Ivass consiglia ai consumatori di controllare, prima del pagamento del premio, che i preventivi e i contratti siano riferibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati e di consultare sul sito Ivass le liste dei siti degli intermediari assicurativi regolarmente iscritti al RUI.
Luigi Giorgetti

ARCHIVIO NOTIZIE

GRUPPI AZIENDALI ACCREDITATI SNA